Polveri sul cantiere del Morandi: a sollevarle un camion di una ditta esterna - Genova 24
In via di identificazione

Polveri sul cantiere del Morandi: a sollevarle un camion di una ditta esterna

Chiesti chiarimenti dalla struttura commissariale a demolitori, costruttori ed Rfi

Generica

Genova. Sarebbe stato il mezzo di un fornitore terzo arrivato al cantiere del Morandi per consegnare materiale a sollevare la nube di polvere che ha spinto alcuni cittadini della zona a scattare diverse foto, poi postate sulla pagina Facebook del comitato abitanti ai confini della zona rossa.

Da ieri i vertici i responsabili dell’ati dei demolitori, dei costruttori e la stessa Rfi hanno verificato e poi escluso che si trattasse di un loro mezzo. Fra l’altro dalla foto emerge come se l’area del cantiere dove si trova la benna (ferma) dell’escavatore dei demolitori sembra essere bagnata, non così la strada del cantiere dove il mezzo sembra far manovra a velocità piuttosto elevata.

I chiarimenti, immediatamente chiesti dalla struttura commissariale a quanti sono impegnati nell’area di cantiere hanno portato anzitutto a escludere che la polvere provenisse dagli scavi e ad assicurare che si tratti di materiale inerte. “Sono in corso verifiche per accertare di chi sia l’attività – fanno sapere dalla struttura – è probabile che si tratti di un mezzo esterno al cantiere (di azienda terza) che ha consegnato materiale e ha eseguito erroneamente manovra per uscire dall’area, senza rallentare e/o attendere l’operazione di bagnatura della pista, prevista dal piano. Gli enti preposti al controllo hanno assunto le opportune determinazioni”.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Cosa succede
Ponte Morandi, sacchi e tute bianche agitano gli abitanti ai confini del cantiere ma non è materiale pericoloso
Ponte Morandi 25 febbraio
Ecco come
Demolizione ponte Morandi, ecco il piano di monitoraggio sull’amianto: analisi in 24 ore, cannon fog e soglie di cautela
Generica
Work in progress
Morandi, al cantiere est crescono le torri di rinforzo al viadotto tra dubbi dei residenti e attesa per il quarto ingresso