Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Petrolchimico, il Pd di Sampierdarena torna a dire no all’ipotesi sotto la Lanterna

Per il trasferimento di Superba e Carmagnani resta una delle tre prese in considerazione

Più informazioni su

Genova. I circoli e il gruppo consigliare del Partito Democratico del municipio Centro Ovest, di Sampierdarena e San Teodoro, ribadiscono la totale contrarietà all’ipotesi di trasferimento dei depositi chimici di Superba e Carmagnani sotto la Lanterna. Si tratta di una delle tre ipotesi, insieme alle aree ex Ilva e Pra’, per cui, sempre il Pd, ha comunque espresso contrarietà.

In passato il gruppo del Pd aveva presentato in municipio un ordine del giorno (28 giugno scorso) poi confluito in un documento condiviso dall’intero consiglio che aveva espresso parere negativo rispetto a tale collocazione.

“La collocazione dei depositi sotto la Lanterna – scrive il Pd – è la più vicina in assoluto a case, uffici, ma anche al principale nodo ferroviario e stradale cittadino, al percorso degli aerei in fase di atterraggio e all’attracco e ormeggio di traghetti e altre navi”. Secondo i Dem il problema si sposterebbe da Multedo a Sampierdarena (fino al Campasso, in quanto si può prevedere un trasferimento di merci pericolose attraverso la galleria che passa sotto i palazzi).

“In questo momento – continua la nota – visti anche i disagi legati al crollo di ponte Morandi, e viste le tante servitù sul territorio, dagli amministratori locali ci si aspetterebbero scelte che vadano nel senso della riduzione del rischio”.