Nuovo piano industriale e addio crediti deteriorati: Carige si fa bella per il futuro matrimonio (e per la Bce) - Genova 24
Settimana decisiva

Nuovo piano industriale e addio crediti deteriorati: Carige si fa bella per il futuro matrimonio (e per la Bce)

Il 27 febbraio i tre commissari dell'istituto di credito presentano le linee guida del rafforzamento

Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della città

Genova. Settimana probante per Banca Carige. L’istituto di credito il 27 febbraio, mercoledì, presenterà il tanto atteso piano industriale, chiesto (e ri-chiesto) dalla Banca centrale europea la quale, dall’inizio di gennaio, ha deciso di commissariare la banca.

I commissari di Banca Carige, Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener, nella sede di Genova che sarà, si suppone, incredibilmente affollata, daranno gli estremi di quello che è solo il primo passo per l’istituto in direzione dell’aggregazione.

Nel frattempo Carige si presenta all’appuntamento con il vestito rinnovato: due miliardi di bond garantiti dallo stato a rattoppare la posizione patrimoniale, e uno sfoltimento di 1 miliardo e 700 milioni di crediti deteriorati in via di cessione che sta vedendo protagonisti sia Sga (Elliot) sia Credito Fondiario. L’obbiettivo di Carige è far scendere sotto il 10% la quota di non performing loads (npl). Non è chiaro quale delle due offerte vincerà la competizione, anzi non è escluso che entrambe possano accordarsi.

Più informazioni
leggi anche
banca carige
Botta e risposta
Carige e Codacons, tra banca e associazione di consumatori toni sempre più accesi
Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della città
Giorni importanti
Carige, il 27 febbraio presentazione del nuovo business plan. Oggi il decreto salva banca in discussione alla Camera
Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della città
Finanza
Carige, c’è la garanzia di Stato sui bond: 2 miliardi e durata di 12 e 18 mesi