Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mistero sulla Casa del Soldato, per il municipio non è del Comune, ma figura tra le proprietà civiche dal 2017

La risposta del presidente Carleo ad un'interrogazione dell'opposizione spiazza la cittadinanza

Più informazioni su

Genova. Un mistero burocratico o un semplice rimpallo di responsabilità? Questa la domanda alla base dello “strano caso” della Casa del Soldato, oggetto nei giorni scorsi di un’interrogazione scritta all’interno del Municipio Levante.

A creare il “caso” la richiesta della consigliera Serena Finocchio, Lista Crivello, che osservando e documentando lo stato di incuria in cui versa il giardino della struttura, a due passi dall’asilo Chighizola, ha chiesto spiegazioni sul fatto che non siano ancora partite operazioni e interventi di manutenzione.

Da lì la risposta che non ti aspetti: “il bene in questione non è ancora nella consistenza del Patrimonio del Comune di Genova”, scrive il presidente di Municipio Francesco Carleo. Un’affermazione che sembrerebbe in contrasto con quanto “noto” a livello cittadino.

Il bene, infatti, stando alle cronache e agli annunci sarebbe passato dal Demanio alla civica amministrazione già nel 2017, grazie ad un progetto di valorizzazione presentato dalla allora giunta in carica, cosa confermata dallo stesso sito web del Comune di Genova, dove la Casa del Soldato è presente nella lista delle proprietà dell’ente.

“Intanto, mentre continuano a rimbalzarsi le competenze – scrive Serena Finocchio su facebook – il giardino rimane una foresta incolta in cui vivono ratti, gabbiani e piccioni. E noi cittadini, anche io lo sono, dobbiamo subire tutto questi inermi dalla volontà di lasciare tutto nell’immobilismo. Un Piano di Valorizzazione c’è, basta solo eseguirlo, che si aspetti solo che questa esempio di architettura razionalista cada a pezzi per abbassare il prezzo di mercato?”.