Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mignanego pasticcione e l’Ospedaletti tiene il primo posto risultati

Avvio di gara pessimo dei genovesi che non reggono granché con la capolista. La Sestrese prova a tenere aperta la corsa playoff

Prosegue il “passo a due” fra Ospedaletti e Loanesi, coppia di vertice che da settimane ormai domina il campionato di Promozione, Girone A. Per gli imperiesi è tutto facile a Pontedecimo contro il Mignanego che regala il gol dopo un solo giro di lancette: erroraccio di Caffieri che rinvia addosso a Scappatura che non può far altro che insaccare lo 0-1. La reazione dei genovesi è tutta nel tiro di Nocentini che passa ad un soffio dal palo. Al 15° il raddoppio è frutto di una bella palla servita in verticale da Scappatura per Sturaro che non ha problemi ad infilare Caffieri in uscita. Ospedaletti che poi controlla il gioco per larghi tratti. Il Mignanego ci prova, ma offre il fianco alle ripartenze imperiesi che tuttavia falliscono il definitivo tris. Termina 0-2 con i genovesi che restano sempre in zone di alto pericolo.

La Loanesi intanto a Santo Stefano al Mare non solo non lascia rispetto ai rivali, ma raddoppia. I rossoblù calano un poker firmato soprattutto Rocca che si prende la palla della gara con una tripletta decisiva che si somma al gol di Castello per uno 0-4 che lascia gli avversari al palo e in piena lotta salvezza. Lotta in cui è coinvolto anche il Celle che cerca di riaprire tutto con il Vallescrivia, ma non va oltre l’1-1. Succede tutto in due minuti nel secondo tempo con un botta e risposta fra Sofia e Fassone che fra il 65° ed il 67° siglano i due gol decisivi ai fini dell’1-1 finale. Resta fanalino di coda il Ceriale, sconfitto con onore solo al 90° da una zampata di Damonte ad Arenzano. Rossobianconeri che quindi proseguono un buon campionato continuando a coltivare qualche sogno di grandezza.

Con le prime due in fuga diventa importante a vittoria della Sestrese che supera il Varazze e resta a -9 dal secondo posto, potendo cercare quindi di alimentare il sogno playoff . Biancoverdi subito spietati con un Akkari scatenato. Al 1° cross dalla sinistra sul quale Di Sisto irrompe, miracolo di Ferro, ma l’attaccante padrone di casa da due passi la infila. Paini risponde sul fronte opposto, ma Rovetta para con un intervento da calcio a cinque. Al 30° il raddoppio è ancora un intervento da rapace di Akkari che sfrutta una respinta di Ferro e la mette. Poco dopo si chiude la gara con un tiro fra palo e portiere di Raso che rientra sul sinistro da destra e batte l’estremo difensore ospite. Poker che vale il pallone della gara firmato da Akkari che all’87 chiude definitivamente i conti.

Torna a vincere il Bragno che supera la Dianese e con una partita da recuperare possono puntare al terzo posto. Succede tutto nel secondo tempo con Torra che ben appostato sul palo lontano la insacca. Al 77° il raddoppio su punizione è di Anselmo che fa 2-0.

Vittoria esterna invece per il Legino che supera una prova molto difficile con il Taggia squadra di vertice del campionato. Primo tempo con botta e risposta fra Salis che porta in vantaggio gli ospiti al 12° e Cuneo che sei minuti dopo la rimette in parità. Verdiblù che riescono a trovare il nuovo vantaggio al 40° con Murabito. Taggia duro a morire e al 66° Tarantola trova il 2-2. Ci vuole la doppietta di Murabito, che arriva su rigore per portare a casa i tre punti per i savonesi. Infine il Serra Riccò si aggiudica il derby genovese per la salvezza con la Voltrese grazie alla rete di Ennaouy al 70° che si rivelerà decisiva. Serra che si allontana in modo significativo dalla zona playout.