Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Orizzonte dilaga, Bogliasco: spazio alle giovani risultati

Partita senza storia alla Vassallo: 6 a 21 per le siciliane

Bogliasco. Termina con un pesante 21 a 6 a favore dell’Orizzonte Catania la sfida interna del Bogliasco Bene valida per il tredicesimo turno del campionato di Serie A1 femminile.

Come testimonia il punteggio, la gara della Vassallo si rivela un copione privo di colpi di scena recitato in maniera perfetta dalle vicecampionesse d’Italia. Le liguri provano ad opporre una strenua resistenza ma la cattiveria delle etnee alla lunga fa la differenza.

Vista la giornata storta delle sue ragazze, Mario Sinatra ne approfitta per dare spazio ad alcune delle sue atlete più giovani, come Giulia Santinelli, Michela Crovetto, Alessia Mauceri, Elena Falconi e la debuttante Johanna Rayner, classe 2004, ennesimo prodotto del floridissimo vivaio levantino.

Troppo ampio il divario tra una squadra costruita per vincere lo scudetto come il Catania – commenta a fine gara il direttore sportivo biancazzurro Teresa Frassinetti ed un’altra che ha deciso di ripartire dal proprio settore giovanile per gettare le basi in vista del futuro. Il punteggio finale è indubbiamente pesante ma è anche e soprattutto da queste scoppole che un gruppo così giovane può imparare cose ottime per il proprio avvenire”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – L’Ekipe Orizzonte 6-21
(Parziali: 1-6, 2-4, 2-5, 1-6)
Bogliasco Bene: Malara, Cocchiere, Rayner, Cuzzupè, Santinelli, Millo 1, Maggi 1, Rogondino 1, Bettini 2, Rambaldi 1, Crovetto, Mauceri, Falconi. All. Sinatra
L’Ekipe Orizzonte: Gorlero, Ioaunnou, Garibotti 6, Bianconi 5, Aiello 1, Giuffrida, Palmieri 1, Marletta 3, Van Der Sloot 3, Koolhaas 1, Riccioli, Santapaola 1, Condorelli. All. Miceli
Arbitri: Scillato e Braghini
Note. Uscite per limite di falli Riccioli nel terzo tempo e Rambaldi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 8 più 1 rigore segnato, Orizzonte 6 su 8.