Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sampdoria Primavera non va oltre il pareggio (1-1) con il Sassuolo

Segna Bahlouli, ma poi subisce la rimonta degli emiliani

Bogliasco. La Sampdoria Primavera si lascia sfuggire l’occasione di allontanarsi dalla zona play out, facendosi imporre il pari casalingo (1-1) dal Sassuolo di Stefano Morrone, in un match  che, nel pre-gara sa tanto di spareggio salvezza.

A dire il vero, un paio di infortuni iniziali (Campeol e Peeters devono lasciare, al 10°, il campo, sostituiti da Giordano e Soomets) complicano non poco i piani di Simone Pavan, ma il fatto di essere riusciti a sbloccare il risultato, verso la metà del primo tempo, aveva messo la gara in discesa e non aver saputo portare a casa i tre punti, non può che lasciare l’amaro in bocca.

Sono stati due lampi di classe dei giocatori più rappresentativi (Stijepovic e Bahlouli), a sbloccare il risultato (al 22°), quando il montenegrino si libera, sulla destra, di un paio di avversari ed imbuca una sapiente palla per il funambolico franco algerino, che con un tiro ad incrociare, sul secondo palo, segna l’1-0.

Invece di spingere sull’acceleratore, la Samp traccheggia per tutto il primo tempo, privo di occasioni da rete, per entrambe le formazioni.

Non cambia la musica nella ripresa, fatta eccezione per un colpo di testa in tuffo di Soomets, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con il portiere Turati, bravo a negargli il goal.

Anzi, più passa il tempo e più il Sassuolo prende il controllo del gioco e (al 75°), su corner, il neo entrato Elia Giani è abile a sfruttare una spizzata aerea di un compagno ed a mettere in rete, da due passi, la palla dell’ 1-1, forse anche deviata da Canovi.

All’85° tocca ad Hutvagner respingere una “bombarda” dell’aitante centravanti Scamacca, che ha tutto il tempo di stoppare  di petto, in area e mirare al bersaglio, indisturbato.

Nei concitati minuti finali, la Sampdoria prova a spingere, esponendosi ai contropiedi emiliani (Oddei e Raspadori), ma in pieno recupero, è Turati a compiere il miracolo su un colpo di testa di Stijepovic, da distanza ravvicinata.

Due punti persi… bisognerà rifarsi nel derby…