Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Rivarolese mette la “quinta” e scappa via risultati

Genovesi che sfruttano i passaggi a vuoto delle avversarie e salgono a +5 sulle seconde. In coda si accende la lotta salvezza

Risultati importanti nella 22^ giornata del campionato di Eccellenza che vede la Rivarolese aumentare le proprie percentuali legate alla vittoria del torneo. Gli avvoltoi infatti superano l’ostacolo Imperia, che invece potrebbe essere finito troppo lontano dai radar, e salgono a +5 sugli inseguitori più vicini. La gara parte forte con il gol immediato di Mura che infila Trucco dopo appena 6’. Per il pareggio basta aspettare altri sette minuti perché Napello devia goffamente la palla mandando a vuoto il proprio portiere rimettendo in carreggiata i ponentini.  La rete decisiva è di Oliviero che deve solo buttarla dentro dopo una splendida discesa di Romei sulla fascia. La Rivarolese poi controlla bene la gara e conduce in porto un risultato che potrebbe essere decisivo per il campionato.

Rallenta la Genova Calcio invece che scivola quindi a -5 dai cugini grazie alla prestazione di un Rapallo in grande spolvero e deciso a fare punti con tutti per potersi salvare senza passare dal calvario degli spareggi. Meglio i bianconeri nel primo tempo, mentre i biancorossi si fanno preferire nella ripresa andando a colpire anche una traversa con Riggio su punizione. Alla fine un punto a testa che serve più ai ruentini che ai genovesi.

Genova Calcio che viene agganciata dal Vado che con pazienza continua la sua risalita della classifica e chissà che non sappia fare lo sgambetto a qualche concorrente. Per ora si erge al secondo posto grazie all’inzuccata di Del Nero che su calcio d’angolo è puntuale nel superare Carlucci, portiere del Busalla che resta in una situazione di limbo e dovrà fare punti al più presto per allontanarsi dalle torbide acque della bassa classifica.

Crolla invece la Cairese che viene mandata al tappeto da una Sammargheritese frizzante e determinata. Levantini che trovano subito il gol con Mortola all’11°, ma i gialloblù ritrovano la parità con bomber Alessi che al 39° calcia potente e batte Calori. I valligiani nella ripresa provano a completare la rimonta, ma i tentativi della Cairese terminano fra le braccia del portiere o sul palo come il tiro di Alessi al 72°. Tre minuti dopo, la beffa è firmata Calvo che in contropiede trova impreparata la retroguardia dei padroni di casa e riporta in vantaggio gli arancioblù. La Cairese attacca ancora più forte e stringe d’assedio l’area levantina, ma all’87° ancora in contropiede Calvo cala la doppietta e chiude i conti con il gol dell’1-3 che rilancia la Sammargheritese nella corsa salvezza.

In questa corsa c’è anche il Molassana che supera l’Alassio grazie alla zampata nel finale di Keita che in area è rapace nel ribadire in gol una respinta di Ventrice su tiro di Minutoli. Rete pesantissima che consente ai genovesi di continuare a crederci e allo stesso tempo mette in allarme l’Alassio a soli due punti dalla zona playout.

Rallenta di nuovo il Pietra Ligure che si conferma squadra abbonata al segno “X” con il decimo pareggio della stagione. Con il Ventimiglia Zunino la sblocca al 50°, ma Galiera la pareggia al 75° raccogliendo così un punto che tiene viva la formazione granata, mentre i pietresi vengono raggiunti dal Baiardo che vince agevolmente sul Valdivara. Primo tempo di studio e reti che arrivano nella ripresa con Rosati al 53° e poi di Guidotti dieci minuti dopo. Nel finale Provenzano mette il punto esclamativo per i neroverdi.

Rischia anche l’Albenga che nonostante una buona partita con il Finale non riesce a fare propria la posta piena nonostante il vantaggio di Gaiza su punizione al 63° che viene pareggiata da Salzone all’85° che salva i giallorossi. Ingauni che rimangono pericolosamente vicini alla zona playout.