Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La neve ferma ancora il Crocefieschi. Sorpasso Borgoratti e Pontedecimo risultati

La capolista non gioca da due turni e scivola al terzo posto. Il Bavari ci prova, ma non riesce a prevalere su un Montoggio mai domo

Lunga vacanza forzata per il Crocefieschi che quando più di due settimane fa è scesa per l’ultima volta in campo era in testa, ma a causa del maltempo si è vista rinviare le ultime due uscite con l’Atletico Genova e con il Progetto Atletico. Ciò ha permesso alla classifica di cambiare e in attesa del rientro in campo degli azzurroblù il Borgoratti ha preso il timone della nave salendo a 34 punti.

Nell’ultima uscita gli arancioverdi hanno prevalso sul Voltri 87 grazie soprattutto ad un super Pietranera che trova una doppietta in due minuti e decide la gara. Il primo arriva al 38° quando si guadagna e trasforma un rigore. Il secondo poco dopo il 40° viene lanciato direttamente dalla metà campo e in corsa la mette sotto l’incrocio. Il Voltri prova la reazione e accorcia ad inizio ripresa con Rittore. Poco dopo il Borgoratti si vede espellere Adinolfi per il secondo giallo, e da qui si chiude in difesa difendendo il minimo scarto. Ultimo, grande spunto è quello di Rittore, ma la sua conclusione finisce sulla traversa.

Tiene il passo anche la Pro Pontedecimo che vincendo in casa dell’Atletico Genova ottiene un doppio risultato, ovvero il sorpasso al Crocefieschi, e l’allungo proprio sull’Atletico che resta ora attardato rispetto alle squadre in corsa playoff. Partita che si anima già al 15° quando Bassi viene imbeccato da Bah, grande protagonista di giornata, e sigla lo 0-1. I locali reagiscono, ma il tiro di Riggi dalla distanza si stampa sul montante. 

In generale la Pro, però tiene il gioco e si fa preferire sfiorando altre due volte il raddoppio, ma all’ultimo secondo Perazzelli calcia una prima volta trovando la respinta di Pelizza, ma sulla sfera si avventa nuovamente il numero 5 che insacca. Nella ripresa parte a spron battuto l’Atletico, ma il vigore è eccessivo come dimostra il risso rimediato da Volpe al 70°. Due minuti dopo la zampata di Bui che tocca la sfera sul tiro di Bah indirizzato in porta e manda fuori giri Campanella. L’Atletico non demorde, ma Pelizza e la mira non giocano dalla parte dei rossoblù che al 90° viene infilata in contropiede dal rapido Bah che chiude i conti.

Ottimo momento per il Begato che prosegue la sua risalita verso la vetta e non sbaglia l’occasione contro il San Giovanni Battista fanalino di coda del campionato. Primo tempo più lento, ripresa più vivace. I padroni di casa la sbloccano al 20° con Marcenaro che scardina le resistenze avversarie con una botta dalla distanza. Nel secondo tempo la partita si chiude virtualmente dopo cinque minuti con Mascia che firma il raddoppio. Al 75° dilagano i bianconeroblù con Mazzotta. Poi i ritmi calano e gli ospiti accorciano le distanze con Colao, entrato nel finale.

La partita più bella della giornata, però è stata sicuramente quella che metteva di fronte Bavari e Montoggio, due squadre separate da 3 punti in classifica ed entrambe in lotta per evitare i playout (che al momento comunque non si svolgerebbero). Si gioca senza paura il che permette alle squadre di attaccare senza pensieri. La partita si apre subito con un botta e risposta fra le squadre. Al 10° Bellotti la sblocca per il Bavari, ma cinque minuti dopo Zubani impatta. 

Dopo i due squilli le squadre rallentano e si gioca molto a centrocampo. Nella ripresa col passare dei minuti saltano gli indugi specie quando Noris arriva al limite ed esplode il tiro che batte Angeloni per il nuovo vantaggio dei leoncelli. Da qui inizia un vortice di emozioni che comincia con il pareggio immediato di Garré che alla prima azione dopo aver rimesso palla a metà campo, svetta di testa su corner.  Il Bavari fa la partita e all’80° torna a condurre con Bellotti alla doppietta personale. La gara sembra essere chiusa quando Campiti viene espulso per le proteste troppo “vivaci” verso l’arbitro: il giocatore reclamava un fallo sull’azione del gol.

La partita, però non è finita, perché sull’onda della rabbia il Montoggio pareggia ancora, stavolta con Delucchi a cinque minuti dalla fine. A questo punto sembra davvero fatta, ma il Bavari trova il quarto vantaggio con Abeli che insacca il 4-3. Sembra la celebre Italia – Germania del 1970, invece a Bavari c’è anche di meglio, ovvero la doppietta di Garré che al 95°, all’ultimo respiro regala un punto ai suoi. 

Potrebbe essere stata l’ultima occasione sprecata per lo Zena che viene sconfitto nello scontro diretto con la Gol Academy. I biancorossi incassano un 2-0 che matura in apertura di partita. Al 7° Iencinella insacca sottomisura su respinta del portiere su corner. All’11° Zanardi raddoppia con un tiro dal limite dell’area. Gol Academy che sale a quota 19 punti, mentre lo Zena resta al terz’ultimo posto a 10