Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Impresa Genoa: recupera e sorpassa la Lazio nel recupero risultati

Tre punti d'oro per i rossoblù, che in pieno recupero

Genova. Sino al 92′ sarebbe stato considerato un buon pareggio per il Genoa contro una Lazio che non ha saputo chiudere la partita una volta in vantaggio, ma il gol con cui Criscito ha steso i biancoazzurri in pieno recupero, rende questa giornata indimenticabile per i rossoblù, che hanno prima saputo recuperare il gol di Badelj in modo anche un po’ fortunoso, con Sanabria alla terza rete in quattro partite, poi hanno conquistato i tre punti credendoci sino all’ultimo, con il capitano eroe del giorno, sfruttando le difficoltà della Lazio dopo l’uscita di Radu per disidratazione (problema gastrointestinale prima della partita).

Primo tempo, mezz’ora di nulla, poi diverse occasioni

Genoa che parte con un 4-2-3-1, con Lerager e Radovanovic davanti alla difesa, Lazovic, Rolon e Kouamé alle spalle di Sanabria.

Prima mezz’ora di gioco da dimenticare, con le due squadre al piccolo trotto e gioco bloccato a centrocampo. La partita si accende all’improvviso alla mezz’ora dopo la parata prodigiosa di Strakosha, che devia sopra la traversa un gran tiro di Rolon in area di rigore. Non passano due minuti e la Lazio avrebbe anche un’occasione nitida da gol, ma il cross di Lulic, bucato dalla difesa rossoblù, finisce sulla testa di un Romulo (fresco ex), quasi sorpreso dalla possibilità, tutto solo in mezzo all’area: palla debole tra le braccia di Radu.

In una partita così combattuta, un errore è un tesoro da sfruttare, invece lo svarione di Acerbi che lancia Sanabria verso la porta, non viene sfruttato dal paraguaiano, che forse è troppo egoista e preferisce il tiro (respinto da uno Strakosha sempre ben presente) anziché servire uno dei due compagni meglio piazzati.

La Lazio va in vantaggio al 44′ sfruttando una dormita dei centrali rossoblù che si fanno infilare dal triangolo Badelj-Immobile con il primo che si ritrova solo davanti a Radu, infilandolo di piatto destro.

Secondo tempo, pareggio e sorpasso

Dentro Bessa per uno spento Lazovic e il Genoa passa al 4-3-1-2, ma è ancora la Lazio a sfiorare il gol: gran parata di Radu su Correa che aveva spazio per piazzare il pallone ancora una volta centralmente (54′). Prandelli cambia ancora e toglie Radovanovic, non molto in partita, inserendo Pandev, nell’ottica di giocare di più la palla senza ricorrere più al lancio lungo per Kouamé. La Lazio comunque è più pericolosa e colpisce anche una traversa con Badelj, che al volo da 20 metri, sugli sviluppi di un corner, fa tremare il legno. L’infortunio di Radu costringe Inzaghi al terzo cambio dopo l’ingresso di Caicedo per Immobile e Leiva per Romulo. Dentro Jordao (72′).

L’ingresso di Pandev ha effettivamente sortito l’effetto di una maggiore tenuta di palla in fase offensiva. Il Genoa guadagna metri e sugli sviluppi di un corner trova il pareggio: colpo di testa di Zukanovic, Leiva prova il rinvio, impattando su Sanabria, che insacca sotto la Nord (75′). I rossoblù spingono trascinati dall’entusiasmo del pubblico, la Lazio sembra meno granitica. Al 78′ colpo di testa all’indietro di Bessa, la palombella finisce sulla parte superiore della rete esterna, facendo gridare al gol. Ancora Genoa con una discesa di Biraschi crea scompiglio, il difensore prova il diagonale, fuori di poco.

La convinzione dei rossoblù non si ferma anche nel recupero e proprio in quei minuti che tante volte hanno condannato il Grifone, il Genoa trova il gol del 2-1 con il suo capitano: Criscito raccoglie una respinta corta di Caicedo e con un sinistro chirurgico trafigge Strakosha con l’aiuto del palo interno, facendo venire giù lo stadio.

Tre punti in saccoccia arrivando a quota 28, tallonando il Parma a 29 e il Sassuolo, sconfitto a Empoli, a 30.

Genoa-Lazio 2-1

Reti: 44′ Badelj; 75′ Sanabria; 92′ Criscito

Genoa: A. Radu, Biraschi (88′ Pereira), Romero, Zukanovic, Criscito, Lerager, Radovanovic (56′ Pandev), Lazovic (46′ Bessa), Rolon, Kouamé, Sanabria.

A disposizione: Marchetti, Jandrei, Gunter, Pezzella, Dalmonte, Lakicevic.

Allenatore: Prandelli

Lazio: Strakosha, Patric, Acerbi, Radu (72′ Jordao), Romulo (64′ Leiva), Marusic, Badelj, Cataldi, Lulic, Correa, Immobile (55′ Caicedo).

A disposizione: Guerrieri, Proto, Kalaj, Neto.

Allenatore: Inzaghi

Arbitro: Banti di Livorno

Ammoniti: Romero, Pandev, Criscito (G); Patric, Badelj (L)

Spettatori: paganti 1.932, incasso 40.484, 18.004 abbonati, 177.837 euro la quota gara.