Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Frosinone espugna il Ferraris, Samp battuta 0-1 risultati

Ciofani punisce i blucerchiati, troppo evanescenti nei 90 minuti

Genova. Un grande, enorme passo falso. La Sampdoria si sveglia dal torpore troppo tardi, cercando di rimediare negli ultimi 10 minuti di gara a una prestazione da dimenticare, povera di occasioni create, eccetto due acuti su calcio d’angolo. Il Frosinone riesce nell’impresa ed espugna il Ferraris. Basta una rete di Ciofani nel primo tempo. A nulla è valso il cambio di modulo nel secondo tempo, con l’ingresso di Sau. Difesa troppo disattenta durante i pochi inserimenti di un Frosinone chiuso a riccio.

Primo tempo: Frosinone in gol al primo affondo

Ombrelli blucerchiati allo stadio, come annunciato dai Fedelissimi, per una coreografia speciale e benefica (l’offerta minima era 5 euro, il ricavato verrà devoluto alla Gigi Ghirotti).

In campo Tavares dal primo minuto, accolto con un’ovazione alla lettura delle formazioni. Saponara è il trequartista, mentre Gabbiadini affianca Quagliarella in attacco.

Primo tempo in cui i blucerchiati fanno vedere qualche bella giocata di prima e tanto “tiki taka” che non sortisce l’effetto di stanare il Frosinone dalla sua copertura attenta. Anzi sono proprio i giocatori in maglia gialla a passare in vantaggio al 26′ con Ciofani: dopo un’azione sulla sinistra, contro-cross basso di Goldaniga dal fondo della fascia destra, Tavares non pervenuto, i centrali non chiudono e l’attaccante non sbaglia, trafiggendo Audero dal centro dell’area. La squadra di Giampaolo continua a gioare, ma le difficoltà di rendersi pericolosa sono notevoli. La prima vera occasione per il pareggio arriva al 36′: ci vuole il solito Quagliarella, che colpisce il palo, dopo aver calciato al volo col destro sugli sviluppi di un corner.

A volte la mancanza di soluzioni costringe ai tentativi dalla distanza, ci prova così Bereszynski a 5 minuti dalla fine del primo tempo: ma la palla termina di poco a lato.

I problemi riguardano un po’ tutti i reparti: dietro sia Tavares sia Colley non stanno dando la sicurezza necessaria al reparto. A centrocampo sia Praet sia Linetty non incidono come al solito. Poca luce da Saponara, Gabbiadini è impalpabile.

Si finisce con la Samp che reclama un rigore al 42′ per tocco di mano di Cassata.

Secondo tempo, cambio di modulo, ma il risultato non cambia

Dopo 10 minuti di gioco Giampaolo cambia: dentro Ramirez per Saponara e Defrel per Gabbiadini.

I blucerchiati però fanno ancora molta fatica, la prima palla gol arriva su corner: Ramirez per il colpo di testa di Andersen parato da Sportiello (70′).

Giampaolo gioca il tutto per tutto e cambia modulo, mettendo dentro Sau per Ekdal, la disposizione tattica diventa un 4-2-3-1 con Quagliarella più avanzato e Praet e Linetty in mediana.

È però sui calci piazzati che la Sampdoria riesce ad arrivare vicina al pareggio: 84′ angolo di Ramirez, colpo di testa di Colley, Sportiello si distende e compie un vero miracolo.

A cinque minuti dal termine viene anche annullata una rete a Chibsah per fuorigioco, sarebbe stata una beffa ancora più grande per la Sampdoria che tenta l’ultimo assalto con una conclusione di Praet dalla distanza, respinta da Sportiello.

La Sampdoria resta così a 33 punti, perdendo terreno rispetto alle dirette avversarie per la corsa europea.

Sampdoria-Frosinone 0-1

Reti: 26′ Ciofani

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Colley, Andersen, Tavares, Praet, Ekdal (74′ Sau), Linetty, Saponara (56′ Ramirez), Quagliarella, Gabbiadini (57′ Defrel).

A disposizione: Rafael, Belec, Jankto, Vieira, Sala, Ferrari, Tonelli.

Allenatore: Giampaolo

Frosinone: Sportiello, Goldaniga, Salamon, Capuano, Zampano, Chisbah, Maiello Cassata (73′ Gori), Beghetto, Ciano (78′ Trotta), Ciofani.

A disposizione: Iacobucci, Molinaro, Paganini, Errico, Valzania, Sammarco, Krajnc, Verde, Pinamonti, Viviani.

Allenatore: Baroni

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Ammoniti: Tavares, Gabbiadini, Linetty (S); Cassata, Ciano, Sportiello (F);

Spettatori: 1.880 paganti, incasso 24.560 euro, 17.057 abbonati, 170.851 euro la quota gara.