Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Bogliasco vince anche in 10 e fa il vuoto alle sue spalle risultati

I biancorossi sfruttano l’ennesimo ribaltamento nelle gerarchie delle inseguitrici e scappa a +7. Bagarre playoff: ecco anche il San Cipriano. In coda vittoria pesante del Vecchio Castagna

Il Bogliasco è sempre più padrone della Prima categoria Girone C, dove il primato al momento dei biancorossi non sembra poter essere messo in discussione da nessuna delle più immediate inseguitrici, troppo discontinue nei risultati. I biancorossi superano anche il San Bernardino al termine di una gara che non ha lesinato emozioni e gol. I bogliaschini trovano un vantaggio immediato con una punizione di Orecchia al 5°. Al 20° pareggiano gli ospiti con una discesa di Scalzi che fa tutto da solo e lo fa molto bene. 

Al 30° il San Bernardino ha la possibilità di ribaltare tutto grazie ad un rigore che costa anche il rosso a Gasti. Dal dischetto Bianchetti si fa ipnotizzare e Belloro salva la sua porta. Si va alla ripresa e il Bogliasco nonostante l’uomo in meno trova il gol del nuovo vantaggio con un colpo di testa di Rattini al 54°. Dieci minuti dopo esplode il tifo locale quando Belfiore in rovesciata cala il tris blindando la vittoria. Merito ad una squadra che sembra troppo compatta per poter lasciarsi scappare la promozione, mentre il San Bernardino perde la possibilità di riaprire il campionato.

Torna al secondo posto la Caperanese che supera il Prato e scavalca in un colpo solo ben tre rivali che non vanno oltre il pareggio. Un pasticcio a metà campo consente il contropiede che si conclude con il gol dello 0-1 di Picasso al 23°. Al 40° arriva il raddoppio di Loero che sugli sviluppi di un corner, batte Cellerino e fa 0-2.

Il Prato cerca di tornare in gioco nel secondo tempo riuscendo ad accorciare le distanze con Della Giovanna che ancora su corner, supera l’estremo difensore ospite. I verdiblù, però non cedono e al 60° tornano sul +2 con Assalino che pesca Cacciapuoti il quale in area non sbaglia. Al 78° si chiude quindi la contesa quando Cellerino esce male sul corner toccando la palla e regalandola a Levaggi che può segnare comodamente: 1-4. Risultato troppo severo effettivamente così all’84° Lucà inventa una perla su punizione che batte il portiere, ma la rimonta del Prato termina qui. 

Come detto le rivali dei chiavaresi pareggiano, a cominciare da Ruentes e Sampierdarenese nel big match di giornata con una gara che vive soprattutto nel finale. Per larghi tratti si gioca a metà campo dopo il gol di Ansaloni che porta avanti i bianconeri. Gara senza grosse emozioni poi fino al 75° quando Taravella pareggia. Finale palpitante poi perché Beccaris ribalta il parziale a tre minuti dalla fine, ma Saloni riesce a ristabilire la parità definitiva. Pari che non serve a nessuno ed anzi riapre la corsa playoff alle “outsider”.

Inaspettato il pari del Via dell’Acciaio che a Pieve Ligure trova il gol in avvio di ripresa, ma ha la colpa di non chiuderla lasciando vive le speranze dei padroni di casa che alla fine strappano il pareggio con la zampata di Messuri, entrato nel secondo tempo, per il settimo punto conquistato dai pievesi in questo campionato, un risultato che sa quasi di vittoria. 

Sogna il San Cipriano che sfrutta al meglio possibile la bagarre alle spalle del Bogliasco per proporsi come “quinto incomodo” in chiave playoff. Vittoria netta sulla Calvarese e quarto posto raggiunto a pari merito con Ruentes e Sampierdarenese. I biancocelesti si godono un rossetti in forma Champions. L’attaccante la sblocca al 9° con un colpo di testa. La gara poi prosegue equilibrata fino al 65° quando Cavagnaro si improvvisa bomber e ristabilisce la parità. Pareggio che dura un battito di ciglia perché un minuto dopo ancora Rossetti riporta avanti i suoi. Al 76° poi una punizione di Ghiglino spezza definitivamente le resistenze dei biancorossi. Due minuti dopo Rossetti approfitta dello scoramento degli ospiti per firmare l’hattrick e portarsi a casa il pallone. Finisce 4-1 e il San Cipriano può crederci.

Scendendo in classifica, Pieve a parte, se la gode il Vecchio Castagna che espugna Campo Ligure con un gol di Bojang, appena entrato che sblocca una gara brutta con poche occasioni. Rete che arriva ad un quarto d’ora dalla fine su assist di Carezzano anch’egli subentrato a partita in corso.

Perdono tutte le altre squadre in zona playout. Detto del Prato, la Nuova Oregina conferma di avere una difesa troppo ballerina e viene travolta dalla Vecchiaudace Campomorone che va sul 2-0 nel primo tempo grazie alla doppietta di Lalli. Al 58° Tedesco allunga ulteriormente le distanze. Pintimalli prova a lanciare la carica dei biancoazzurri, ma è un fuoco il paglia il suo gol su rigore al 66°. Infatti al 73° Porasso la chiude definitivamente con il gol dell’1-4 finale. 

Cade anche se con più “equilibrio” il Borgo Incrociati che con lo Sciarborasca subisce gol al 10° da Nania, bravo a metterla di precisione dal limite, e non riesce più a rientrare in gioco.