Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova Calcio: solo pari a Finale. La Rivarolese rafforza il primato risultati

In coda termina in parità lo spareggio salvezza fra Sammargheritese e Molassana

Giornata importante in Eccellenza che disputava il 21° turno di campionato in una tornata avara di reti, ma potenzialmente fondamentale. La Rivarolese infatti rafforza il proprio primato in classifica espugnando il difficile campo di Ventimiglia. Ponentini che si fanno preferire nel primo tempo e passano subito in vantaggio con Daddi ben servito in profondità in area. L’attaccante firma l’1-0 con un bel controllo e tiro che beffa Basso. Avvoltoi che faticano a reagire ed il Ventimiglia colleziona alcune ottime occasioni, ma sprecano troppo e allora in avvio di ripresa la Rivarolese ribalta tutto in quattro minuti. Al 51° Napello anticipa tutti su corner e gira di testa la sfera. Al 55° Macagno salta Ala che lo aggancia in area e dal dischetto Romei non sbaglia firmandoil sorpasso ospite. Ventimiglia che poi perde pezzi perché al 60° Mamone riceve il secondo giallo e dieci minuti dopo tocca a Serra lasciare i suoi in 9 contro 11. Avvoltoi che vincono quindi e salgono a 43 punti in classifica.

Genovesi che devono ringraziare anche il Finale, bravo a bloccare sullo 0-0 la Genova Calcio che non riesce a scardinare una difesa attenta e puntuale, ma anche fortunata visto che il tiro di Ilardo al 50° si stampa sulla traversa graziando Porta. Biancorossi che non riescono a sfruttare l’espulsione di Buonocore per doppio giallo perché devono subire l’infortunio di Riggio.

Torna in corsa quindi la Cairese che vìola il “Macera” di Rapallo strappando tre punti molto importanti. Gialloblù che partono forte e sfiorano il gol subito con un corner che prende la via della rete dopo una serie di deviazioni, in particolare di Doffo, che paiono decisive, ma Bertuccelli s’improvvisa difensore e salva tutto sulla riga.

Bel primo tempo comunque che termina a reti bianche con un giusto 0-0. Nel secondo tempo meglio il Rapallo in avvio con Bertuccelli che ha due buone occasioni, ma non inquadra la porta. All’89° l’evento che decide la gara: Rizzo riceve la sponda di un compagno e calcia in corsa bucando la porta ruentina.

Finisce in parità uno degli incontri più importanti di giornata, ovvero lo spareggio salvezza fra Sammargheritese e Molassana. Nessuna delle due contendenti riesce a prevalere con gioia dello sconfitto Ventimiglia che conserva 2 punti di vantaggio su entrambe le genovesi. A sbloccare la gara è la squadra ospite con Cuman al 20° che si ritrova la palla fra i piedi dopo una punizione che sbatte sulla barriera e carambola verso il giocatore rossoazzurro che non sbaglia. Padroni di casa che reagiscono subito e Calvo con una conclusione insidiosa beffa Gianrossi, ma la traversa nega la gioia del gol all’attaccante levantino.

Nel secondo tempo la gara si anima con il raddoppio ospite firmato da Minutoli che si inventa un eurogol dalla linea di fondo: palla a giro sulla quale non può arrivare Raffo ed è 0-2. Molassana che col passare dei minuti allenta la presa e la Sammargheritese si gioca il tutto per tutto. All’81° altro pregevole colpo balistico, stavolta di Masi che su corner supera direttamente Gianrossi. Passano otto minuti e gli arancioblù pareggiano con Calvo, che si presenta davanti al numero uno ospite e lo supera rimettendo tutto in parità.

Tornando nelle zone alte di classifica, il Vado tiene vive le speranze di giocarsi le possibilità di puntare al bersaglio grosso e supera un Valdivara nel caos (dopo le indagini che coinvolgono anche lo Spezia per i giocatori nigeriani) grazie al gol in avvio di secondo tempo di Oubakent che scatta sul filo dell’offside e infila Grippino. È il gol partita che mantiene i rossoblù al quinto posto.

Importante anche la vittoria del Pietra Ligure che torna al sesto posto scavalcando il Finale. A Serra Riccò con il Busalla i genovesi sprecano tanto nel primo tempo con Nelli, Repetto e Lobascio, troppo imprecisi e allora alla prima occasione del secondo tempo Auteri calcia dal limite una palla che non trova ostacoli se non la rete della porta genovese che si gonfia al 46°. Il Busalla tenta una reazione, ma al 63° una precisa punizione di Baracco chiude la contesa il cui punteggio non cambierà più.

Tiene il quarto posto l’Imperia che si impone di stretta misura sull’Albenga che torna ad affacciarsi sulle zone pericolose della graduatoria. Decisiva la rete di Faedo che controlla e calcia al volo al 70° per il gol che vale tre punti preziosi per restare in corsa per l’inseguimento delle prime. Albenga che invece condivide il destino del Rapallo (le due bianconere sono appaiate a 21 punti) e resta sull’orlo del baratro non riuscendo a sfruttare il ko interno dell’Alassio contro il Baiardo. Partita che si apre con un botta e risposta fra Venturelli che al 10° porta in vantaggio i neroverdi, e Battipiedi che sfrutta un rigore per impattare il parziale.

Proprio Venturelli abbandona il campo poco più tardi e Rosati, subentrato marca subito visita con il nuovo vantaggio genovese al 45°. Ospiti che trovano il gol decisivo di Battaglia su calcio di rigore al 65°. Inutile il gol di Di Mario all’84° che illude nella rimonta i gialloneri che si vedono fermare da uno strepitoso volo di Valenti che respinge la punizione di Pastorino.