Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Domenica a Pré pratica collettiva di Vinyasa Yoga per sostenere una scuola di italiano per stranieri

Alla Staffetta, dalle 16 alle 19, Gruppo Yoga Solidale raccoglie fondi per GhettUp. Alla fine della seduta, si fa festa

Genova. Yoga e solidarietà: questa domenica 24 febbraio negli spazi della Staffetta, in vico delle Marinelle (quartiere di Pré) Yoga solidale Genova torna a incontrare neofiti e appassionati di vecchia data per una seduta collettiva con un duplice obbiettivo: stare bene e aiutare una realtà sociale del territorio.

L’appuntamento è dalle 16 alle 19 ed è a offerta libera. I contributi serviranno a sostenere GhettUp, la scuola di italiano per stranieri gestita da volontari in vico della Croce Bianca, nel quartiere – appunto – del Ghetto. Dopo la pratica spazio alla condivisione di chiacchiere e cibo. L’evento è aperto a chiunque, senza bisogno di prenotazione, finché c’è spazio nella sala e basta presentarsi in abbigliamento comodo e con un telo spesso o un tappetino. (

Il programma del pomeriggio:
ore 16.00 —> Appuntamento presso La Staffetta
ore 16.15-16.30 Presentazione della scuola GhettUP a cura di Alessandra Gheri
ore 16.30-18.00 Vinyasa Yoga(*) con Valeria Maggiali
ore 18.00-19.00 Condivisione e Convivialità
(chi può porta qualcosa da bere e da mangiare insieme)

Vinyasa Yoga è una pratica dinamica che alterna forza e morbidezza, stabilità e comodità, potere e arrendevolezza, determinazione e grazia. Il respiro è il filo che collega le asana così come le perle di una japamala, il suo muoversi attraverso le posizioni ci guida alla scoperta del corpo, delle sue rigidità e flessibilità, permettendoci di ancorare ad esso la nostra mente in costante movimento tra un pensiero e l’altro. E’ una pratica per sentirsi in armonia, ringraziandoci per esserci dedicati del tempo per giocare con le asana in un gruppo, spostando i propri limiti, ridendo delle proprie rigidità e blocchi. Tutto ciò apre lo spazio del cuore alla benevolenza nei confronti di sé stessi, dell’altro e del mondo.