Crisi post Morandi, negozianti di Sampierdarena pronti alla protesta dei "gilet arancioni" - Genova 24
Protesta

Crisi post Morandi, negozianti di Sampierdarena pronti alla protesta dei “gilet arancioni”

Nonostante la zona franca urbana continuano a pagare le tasse. "Chiediamo un incontro con il sindaco"

Commercianti via fillak

Genova. “Chiediamo un incontro con il sindaco commissario Marco Bucci perché la pazienza e anche la capacità di sopravvivenza stanno per finire, per alcuni sono già finite, i commercianti di via Fillak e via Rolando sono molto arrabbiati”. Maurizio Catena, presidente del centro integrato di via Rolandone, spiega che anche se non c’è nulla di definito è ormai molto probabile che i negozianti di una delle zone più colpite dal crollo di ponte Morandi, quella immediatamente a sud del moncone est, possano mettere in atto una protesta di piazza per chiedere aiuti concreti per andare avanti, nonostante la crisi che si è venuta a creare dal 14 agosto.

“Serve un intervento di Bucci – insiste Catena – perché sblocchi determinate situazioni, come zona franca urbana avremmo dovuto avere la sospensione delle tasse ma continuiamo a pagare tutto, inoltre ci sono realtà come i negozi di recente apertura le quali non sono neppure contemplate nella gamma di agevolazioni previste dal decreto Genova. Così non serve a niente”.

Zona arancione, protesta arancione, gilet arancioni. Per i commercianti la “divisa” di piazza potrebbe ricalcare quella della più nota protesta di ispirazione francese. L’area, tra piazza Montano e il moncone est del ponte è diventata di fatto un cul-de-sac e le attività commerciali hanno subito un contraccolpo pesantissimo. Per alcuni il fatturato si è ridotto di oltre il 70%. Il 27 settembre scorso, poco più di un mese dopo il crollo del viadotto Polcevera, avevano organizzato un presidio per esprimere la forte preoccupazione. Oggi quei timori sono più che confermati.

leggi anche
Generica
Agevolazioni?
Nella zona franca urbana per ponte Morandi si continuano a pagare le tasse
Ponte Morandi gli sfollati entrano nelle case
Situazione
Zona franca urbana per le attività colpite dal Morandi, Camera di Commercio e Regione anticiperanno rimborsi