Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Corteo studentesco da Brignole a via Assarotti contro la “nuova” maturità. Venerdì tocca al D’oria scendere in piazza

I ragazzi del classico però manifesteranno dopo la fine delle lezioni per dire: "Non siamo un liceo razzista e classista"

Più informazioni su

Genova. “Im-maturità 2019, il nostro futuro non è un gioco” è il nome della manifestazione organizzata per oggi, con partenza alle 9 da Brignole al Provveditorato, da parte di un gruppo di studenti di Genova per contestare alcuni contenuti della riforma dell’esame di maturità.

Gli studenti contestano, tra le altre cose, l’inserimento dell’alternanza scuola-lavoro come argomento durante la prova orale. Così come l’aver deciso che, fra le materie sempre dell’orale, ci sarà anche “Cittadinanza e Costituzione” senza che, spiegano gli studenti che hanno organizzato il corteo, questa tematica sia stata affrontata durante il triennio.

Infine si manifesta contro il fatto che i risultati delle prove Invalsi vadano a influenzare il curriculum dello studente.

Venerdì altra manifestazione, organizzata questa volta dagli studenti del liceo classico D’Oria. Corteo da piazza della Vittoria a De Ferrari, ma fuori orario scolastico, quindi dopo le 13, per ribadire la lontananza dall’immagine di “istituto razzista e classista” – dicono gli organizzatori – soprattutto dopo il caso delle critiche del professore del liceo Andrea Del Ponte a Vladimir Luxuria che aveva partecipato a un programma tv con i bambini.