Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Comitato abitanti ai confini della zona rossa: in via Porro alzate le transenne, timori per sicurezza strada

Nessuno ha avvisato gli abitanti, riferiscono, l'ipotesi è che la mossa sia stata fatta per togliere il presidio degli alpini

Genova. Stamattina, in via Porro, sono state alzate le transenne, “probabilmente perchè sarà tolta la postazione degli alpini”, secondo le ipotesi del comitato abitanti ai confini della zona rossa. Il comitato riferisce che nessuno ha avvertito la cittadinanza: “Non sappiamo come sarà garantità la sicurezza di questa strada, per un terzo abitata e per due terzi desolatamente disabitata”, scrive in una nota.

Il comitato intanto, proprio ieri sera, ha ampliato la presidenza e si rafforza, in vista dei tanti impegni da affrontare.

Il presidente, Fabrizio Belotti, ha riunito lo staff, ieri sera, nella sede di Assoutenti a Sampierdarena e oltre l’ampliamento della presidenza che da tre passa a sette componenti, ha ridefinito i compiti e le responsabilità di ognuno: rapporti con le istituzioni e le forze politiche, partecipazione ai lavori degli osservatori su salute, ambiente e rigenerazione del quartiere, rapporti con gli organi di informazione, realizzazione eventi.

Intanto è quasi tutto pronto per l’evento di domani, 16 febbraio, dalle 15,30, al presidio di via Capello.

Due cuori e un cantiere, o due cuori e un gazebo. Il comitato degli abitanti ai confini della zona rossa di ponte Morandi, in tema San Valentino.

“L’amore della comunità aiuta a superare le difficoltà” il titolo dell’incontro, curato dal centro servizi per la famiglia Centro Ovest e che vedrà anche la partecipazione degli attori del Centro di ricerca teatrale.

“L’evento, nel richiamarsi al tema romantico – spiegano gli organizzatori – intende invece valorizzare il lavoro da questa nuova comunità che si è creata dopo il tragico crollo del ponte Morandi. Una comunità numerosa, composta da persone anche molto differenti tra di loro che ha imparato a conoscersi, rispettarsi, aiutarsi e insieme voler bene a questo quartiere”.