Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

ArteGenova 2019, tutto pronto per la 15esima edizione. Dal 15 al 18 febbraio al padiglione Jean Nouvel della Fiera

Le opere su carte e le ceramiche di Lucio Fontana, focus sulla pop art di Andy Wharol e largo ai giovani, con ingresso gratuito per le scolaresche e gli accompagnatori

Più informazioni su

Genova. ArteGenova si prepara alla 15esima edizione presso il Padiglione Blu della Fiera di Genova, per portare nuovamente sotto i riflettori capolavori dell’Arte Moderna e le tendenze avanguardiste dell’Arte Contemporanea.

L’appuntamento – immancabile – è dal 15 al 18 febbraio 2019: se negli ultimi anni ArteGenova è cresciuta costantemente fino ad affermarsi come una delle manifestazioni di riferimento per il NordOvest, l’edizione di quest’anno si preannuncia ancor più ricca delle precedenti.

Nella scorsa edizione si sono visti in Fiera a Genova più di 18.000 persone tra esperti del settore, collezionisti, appassionati e semplici curiosi, a conferma della doppia vocazione di ArteGenova: da un lato appuntamento irrinunciabile per chi vuole investire nell’arte, dall’altro grande manifestazione di pubblico che ogni anno contribuisce ad avvicinare migliaia di visitatori ai “grandi” dell’Arte Moderna e Contemporanea. Altissimo il livello degli espositori che hanno proposto ai visitatori una selezione raffinatissima di opere dai primi del Novecento fino ai giorni nostri. Si potranno così ammirare opere uniche riunite tutte insieme per l’occasione, alcune dall’inestimabile valore museale a partire da Carla Accardi, Giorgio De Chirico, Giacomo Balla, Alberto Burri, Carlo Carrà, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Paolo Scheggi, Mario Sironi, Giorgio Morandi, Mario Schifano, Arnaldo Pomodoro, Alighiero Boetti, Paul Jenkins, fino ad arrivare a Christo, solo per citarne alcuni.

Lucio Fontana sarà il grande protagonista nello stand della Galleria Tonelli di Milano, con una esposizione di opere su carta prodotte nell’arco di circa 40 anni, dagli anni ’30 al 1968, oltre a una piccola ma importante selezione di ceramiche degli anni ’50. Tra gli eventi da segnalare anche il focus sulla Pop Art di Andy Warhol proposto dalla Galleria E.F. Arte di Milano. In mostra anche i celebri manifesti strappati di Mimmo Rotella, maestro del décollage.

Come ogni anno la fiera sarà animata da un ricco calendario di eventi, conferenze e incontri per collegare il mondo dell’arte moderna e contemporanea con gli altri linguaggi dell’arte.

Torna anche l’appuntamento con C.A.T.S., Contemporary Art Talent Show, scommessa nata otto anni fa dal direttore artistico Nicola Rossi che ha deciso – coraggiosamente – di dedicare una sezione alle proposte artistiche emergenti: una vetrina importante per artisti indipendenti, spazi e progetti innovativi che hanno così la possibilità di promuoversi in un contesto fieristico dinamico e importante, confrontandosi non solo con il “grande pubblico”, ma anche con professionisti del settore. In quest’ottica Banca Mediolanum ha istituito lo scorso anno un premio per la migliore opera emergente, cui si aggiunge in questa edizione un riconoscimento anche per il miglior artista residente nella provincia di Genova presente in fiera.

Non solo innovazione ad ArteGenova ma anche volontà di rimanere fedeli alla tradizione, con la capacità di intercettare insieme sia il mondo dei collezionisti d’arte sia un largo pubblico di appassionati, rinnovando al tempo stesso la sua offerta. La selezione ragionata di gallerie d’arte sia storiche che emergenti è come ogni anno di alta qualità, per proporre correnti artistiche d’avanguardia, grandi nomi del mercato dell’arte a livello internazionale e proposte artistiche ricercate.

ArteGenova è la rassegna che porta in fiera il mercato dell’arte moderna e contemporanea e che offre a migliaia di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo d’Italia ed Europa l’occasione di scoprire e migliorare idee, progetti e conoscenze rivolte al prodotto artistico.

Non solo: per favorire l’incontro fra le giovani generazioni e l’arte moderna e contemporanea, le scolaresche degli istituti di ogni ordine e grado e i loro insegnanti accompagnatori potranno entrare gratuitamente in Fiera.

Saranno numerose, inoltre, le convenzioni che consentono ai soci di associazioni culturali o di altre importanti realtà del territorio di entrare con una riduzione speciale.