Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, verifica intensiva a Principe. Tasso di evasione al 6,8%, in calo rispetto alla precedente

Proseguono i controlli intensivi di AMT: un impegno continuo nella lotta all’evasione tariffaria

Più informazioni su

Genova. Ieri pomeriggio, mercoledì 6 febbraio, la settimanale verifica con l’impiego di un elevato numero di agenti AMT, si è svolta in piazza Acquaverde. Quattro ore di controlli, dalle 14.00 alle 18.00, per i sedici Verificatori Titoli di Viaggio che, al capolinea ed alle fermate di transito di Principe delle linee 3, 20, 32, 34, 35, 35/, 36, 38 e 54, hanno controllato 1.904 passeggeri.

Nel corso della verifica sono state riscontrate 131 situazioni di mancanza del titolo di viaggio, pari a un tasso di evasione del 6,8%. 35 dei 131 sanzionati hanno regolarizzato immediatamente la loro posizione pagando l’oblazione di euro 41,50.

Il tasso di evasione riscontrato ieri è risultato inferiore a quello registrato, sempre a Principe, lo scorso mese di luglio, allora la percentuale di evasione misurata fu del 10%, a conferma quindi dell’efficacia di una continua programmazione intensiva di controlli.

“L’attività di controllo contro l’evasione vede quotidianamente coinvolto sul campo, con modalità operative varie, il personale di AMT – ha dichiarato Marco Beltrami Amministratore Unico di AMT – Operiamo con un impegno preciso che mira a garantire una presenza omogenea per linee e orari e finalizzata a contrastare con continuità quanti tentano di viaggiare senza biglietto. L’impegno prosegue con sempre maggiore dispiego di forze e diversificando le azioni di intervento”.

I controlli intensivi si sommano alla verifica ordinaria che tutti i giorni viene svolta sui servizi gestiti da AMT, con l’obiettivo di tutelare quanti pagano regolarmente il viaggio con i mezzi pubblici. Il piano di contrasto all’evasione proseguirà anche nelle prossime settimane secondo il programma dell’azienda realizzato in stretto accordo con l’assessorato alla Mobilità.