Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A S. Desiderio nasce “Altum Park”, il regno dell’outdoor

Più informazioni su

Genova.  Dalla mountain bike, al tiro con l’arco nel bosco, dalla corsa nei sentieri, all’arrampicata, al fitness all’aperto, all’orienteering, a cui si aggiungono un piccolo “Parco Avventura” ed aree pic nic. Sono questi i punti di forza di Altum Park- Parco Sportivo Outdoor di Genova, un progetto fortemente voluto Centro Sportivo Italiano nella zona di San Desiderio.  

Il parco, per il quale sono già iniziati i lavori di allestimento, si collocherà, in modo assolutamente eco-compatibile, sottolineano gli organizzatori, all’interno dei due ettari di bosco, di proprietà della Diocesi che fanno da cornice agli storici campi sportivi, dove hanno giocato generazioni di appassionati di calcio.

I tempi per la realizzazione del parco sembrano ormai essere abbastanza rapidi, l’inaugurazione è prevista per l’inizio di maggio ma già dal prossimo mese potrebbero iniziare le prime attività. La struttura, infatti, punta ad operare a pieno ritmo a inizio estate per poter offrire, da metà giugno, la possibilità di usufruire di campi estivi e di attività all’aria aperta ai gruppi giovanili delle parrocchie genovesi.

“Le nostre parrocchie saranno le prime a beneficiare del progetto Altum Park per le loro attività estive, per un’intera settimana o per una sola giornata – spiega  Enrico Carmagnani Presidente del CSI – e per i gruppi giovanili è previsto solo il pagamento un rimborso spese. Un modo per offrire un’attività ludica in uno spazio non solo unico in Italia per le soluzioni sportive, ma anche vicino , economico e adatto ai più piccini”.

Oltre alle attività sportive, infatti, il parco è un punti di partenza per alcune interessanti escursioni in zone poco conosciute, priori alle spalle della città. Dal parco, infatti, si può raggiungere  la borgata di Pomà, nell’antica valle Ursaria, snodo fra antichi  sentieri che portano a Bavari, Apparizione e sul Monte Fasce, ma anche la cosiddetta “grotta dell’eremita”, che è posizionata proprio sopra al campo di calcio B.