Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Valpolcevera, mozione di Bevilacqua (Lega) per avviare progetti di educazione civica nelle scuole

Genova. “Ogni cittadino dovrebbe essere dotato di forte senso civico verso il proprio territorio in quanto la vivibilità cittadina dipende anche, in certi casi soprattutto, dalla civiltà dei suoi abitanti”, così Alessio Bevilacqua, capogruppo della Lega in municipio Valpolcevera spiega il motivo della sua proposta presentata in consiglio attraverso una mozione per chiedere che presidente e giunta si impegnino “ad attivarsi per dar vita a un progetto congiunto in collaborazione con le scuole del territorio del municipio 5, per promuovere incontri sul tema dell’educazione civica, e promuovere laboratori con gli studenti per informare, formare, educare e sensibilizzare adeguatamente le nuove generazioni allo scopo di prevenire e contrastare la diffusione di comportamenti scorretti per la comunità”.

“E’ sotto gli occhi di tutti – commenta Bevilacqua – come la vivibilità quotidiana stia peggiorando e che dietro a questo degrado della società ci sia anche il comportamento quotidiano non rispettoso da parte delle persone, basti pensare all’atteggiamento offensivo verso l’ambiente, dalla nascita di nuove discariche abusive, al cattivo uso di bidoni dei rifiuti della raccolta differenziata, all’inquinamento, o del bene comune (atti di vandalismo verso giardini, statue o altre opere pubbliche). L’ordinamento attuale non garantisce lo sviluppo di un percorso scolastico formativo e che gli studenti di ogni ordine e grado solo alle volte, se fortunati, acquisiscono delle nozioni di educazione civica per buon cuore di alcuni volenterosi insegnanti”.

“Spesso – continua – anche all’interno della Val Polcevera assistiamo o leggiamo di episodi che denotano scarso rispetto della cosa pubblica e di chi vi abita, con comportamenti editi al non rispetto delle norme di convivenza e al non rispetto del patrimonio pubblico e/o della proprietà privata e che questi comportamenti incidono in maniera notevole sul decoro complessivo del Municipio e hanno evidenti conseguenze anche dal punto di vista economico. Credo fermamente che occorra stimolare la responsabilità civica nelle nuove generazioni e sottolineare che si tratta di un patrimonio di conoscenze e di strumenti indispensabili per poter realizzare se stessi e che i cittadini consapevoli e rispettosi rappresentano un valore aggiunto sul territorio in cui viviamo.”