Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo settore, Bagnasco: “Con i tagli si mette a rischio sicurezza sociale”

Genova.  “Tagliare nel Terzo Settore, o non sostenerlo a sufficienza, vuol dire che l’intera società si impoverisce e si può anche rischiare la sicurezza sociale”. L’Arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, commenta così, a margine della “marcia della pace”, organizzata dalla Comunità di S.Egidio, le notizie relative alla penalizzazione nella legge di bilancio, di tutto il comparto del “no profit” con un aumento della tassazione. “Non è una cosa nuova che il terzo settore venga aggredito o eroso, purtroppo non è una novità ma spero che si arriverà a una consapevolezza. Io ho speranza – conclude – che le cose vadano come devono andare”.

Da Bagnasco, quindi, arriva una forte critica a uno dei “mali” che più colpiscono la nostra società. “L’individualismo è un virus da cui tutti possiamo essere contagiati, non esiste un vaccino immunizzante – spiega – e quindi bisogna stare tutti attenti perché non prevalga la paura degli altri nella ricerca illusoria di un proprio benessere individuale”.  Come ogni anno la Comunità di Sant’Egidio vuole far giungere il suo sostegno al messaggio del Papa per la  pace nel mondo con manifestazioni e preghiere a Genova, Roma e in oltre 900 città di tutti i continenti. 

“Questo è un momento bello spiega Sergio Casali, della comunità di S. Egidio, con tanti giovani e ragazzi, ma è anche un momento serio perché i cartelli che portiamo in marcia ricordano i tanti paesi in cui sono in corso conflitti, guerre o terrorismo. Questo, però, è anche un momento di confronto per la nostra società, un segnale che vogliamo mandare perché troppo spesso sentiamo un linguaggio duro, involgarito, che sembra invogliare la violenza come risoluzione di tanti problemi. Noi, invece, assieme a tanta gente, vogliamo affermare che il valore fondante del nostro continente è la Pace”.