Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Scuole Thouar di Pra’, gli infiniti rinvii per la messa in sicurezza dei cornicioni: lavori slittano al 2020

Il consigliere Bruzzone racconta: "Dovevano esser fatti nel 2018, a rischio la sicurezza dei bimbi"

Più informazioni su

Genova. “Un’installazione di arte contemporanea”. Così, provando a stemperare l’amarezza rispetto a un argomento che per lui è invece molto serio e oggetto di svariate interpellanze, il consigliere municipale Filippo Bruzzone descrive i tubi innocenti ormai mezzo arrugginiti e le tavole in legno da troppi anni esposte alle intemperie accanto all’ingresso della scuola primaria ‘Thouar’ di Pra’. Un cantiere che avrebbe dovuto mettere in sicurezza i cornicioni della scuola e che invece giace abbandonato da almeno cinque anni, mentre ogni giorno in quell’edificio entrano ed escono centinaia di bambini con le loro maestre.

“Dopo essere stato dimenticato per anni, la precedente giunta lo aveva inserito nel triennale come intervento da eseguire nel 2018” spiega il consigliere municipale di A Sinistra.

Poi sono arrivate le elezioni e il cambio di guardia in giunta: “L’assessore Fanghella a pochi mesi dalle elezioni aveva fatto slittare l’intervento dal 2018 al 2019 e, nonostante le mie richieste, non aveva mai spiegato il motivo dello slittamento”. Il giovane consigliere a quel punto scrive direttamente al sindaco Bucci: “La risposta alla mia interpellanza – spiega – era da un lato che non avevo evidenziato l’urgenza dell’intervento, dall’altro che i lavori sarebbero partiti ‘presumibilmente’ nell’estate del 2018”.

Sembrava, nonostante tutto, una buona notizia, che riportava i lavori in anticipo rispetto al piano triennale appena presentato dall’assessore Fanghella: “Certo il presumibilmente non è che come espressione mi desse troppa sicurezza ma d’altronde me ne sono stato della risposta. Solo che l’estate è passata e i lavori che si poteva supporre iniziassero prima del crollo del ponte non si sono visti, così come non si sono visti in autunno.

La sorpresa è arrivata con il nuovo piano triennale dei lavori pubblici su cui i municipi dovranno esprimere un parere entro l’inizio di gennaio: “Se il costo dei lavori, pari a 250 mila euro, è rimasto invariato, l’intervento è ora slittato dal 2019 al 2020. Mi pare incomprensibile l’ennesimo rinvio visto che stiamo parlando della sicurezza di bambini delle elementari e spero vivamente che l’assessore Fanghella l’11 gennaio venga in municipio per potergli chiedere spiegazioni direttamente”.