Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le associazioni di Genova24 - Dove lo butto

Informazione Pubblicitaria

Rifiuti da apparecchiature elettriche, come gestirli correttamente a Genova

La raccolta differenziata degli apparecchi elettrici ed elettronici riserva una maree di sorprese!

Più informazioni su

Si parla di RAEE ovvero rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche riferendosi a tutto ciò che funziona ad elettricità e a pile (quindi anche i giocattoli!) a cui bisogna aggiungere anche le fonti luminose.

Questi oggetti che, spesso dimentichiamo nei cassetti, in cantina o in soffitta perché obsoleti o non funzionanti sono facilmente differenziabili.

A Genova si possono portare: nelle isole ecologiche, negli EcoVan/EcoRAEE oppure si può optare per il ritiro a domicilio che normalmente è a pagamento, mentre in alcuni quartieri questo servizio è gratuito (massimo 3 pezzi alla volta e su prenotazione). Vedi dove (allego un pdf da linkare).

Ci sono diversi tipi di rifiuti elettrici ed elettronici e se vuoi conoscere la differenza tra condizionatori, grandi bianchi o le fonti luminose, clicca qua http://www.amiu.genova.it/raee/

A Genova esiste, poi, un circuito virtuoso di conferimento dei piccoli RAEE (fino ai 25 cm per lato) in alcune scuole, università, associazioni, punti di aggregazione e ovviamente nell’ufficio TARI Amiu in via D’Annunzio 75.

rifiuti elettrici

Questo circuito è nato grazie al progetto europeo WEEENMODELS promosso dal comune di Genova in collaborazione con Amiu.

Se vuoi conoscere i punti WeeenModels usa l’app di Amiu, Clean App, nella sezione “Altre Raccolte”.

Vuoi approfondire l’argomento?  Clicca qui www.weeenmodels.eu e qui https://www.amiu.genova.it/azienda/ricerca-e-innovazione/progetti-europei/news/ e su facebook https://www.facebook.com/weeenmodels/.

In più, e questa è una novità di pochi mesi, è entrata in vigore l’ “Open scope”. Lo scorso 15 agosto è avvenuta l’estensione della normativa RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ad una serie di prodotti prima non previsti, aumentando notevolmente i rifiuti elettronici da poter conferire.

In particolare, l’open scope fa rientrare nella definizione di apparecchi elettrici ed elettronici (AEE), insieme ai grandi e piccoli elettrodomestici, l’elettronica di consumo, le sorgenti luminose, gli schermi etc., anche fusibili, chiavette usb, spine, morsettiere, prolunghe e così via.

Sei curioso di sapere quante possibilità in più hai mandare al riciclo questi rifiuti così ricchi di metalli preziosi? leggi qui http://www.governo.it/sites/governo.it/files/75158-9343.pdf

Una curiosità: per le olimpiadi di Tokyo 2020 le medaglie saranno fatte con gli scarti di smartphone e tablet.  L’obiettivo è recuperare i metalli preziosi dai rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e riutilizzarli per i premi agli atleti