Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quagliarella: orgoglioso del traguardo e anche il Genoa lo celebra con un tweet

Giampaolo lo elogia: trova gli spunti per giocare le partite, oggi raccoglie quanto seminato

Genova. Troppo emozionato per commentare lucidamente ai microfoni di Sky. Fabio Quagliarella ha eguagliato Gabriel Batistuta: a segno in 11 gare consecutive, realizzando una doppietta contro l’Udinese, battuto 4-0 dalla Sampdoria.
“Solamente immaginare una cosa del genere fa effetto – ha detto, intervistato da Sky Sport – arrivare a un traguardo del genere vuol dire che ho fatto qualcosa di buono nella mia carriera, sono orgoglioso”.

Anche il Genoa lo celebra con un tweet:

Nella serata dell’attaccante napoletano non potevano mancare gli elogi di mister Marco Giampaolo: “Io penso che lui sentisse questo odore di record, comunque lo ha eguagliato e ciò capita a pochissimi campioni, l’ho visto bene in settimana, lui cura anche le piccole cose, trova gli spunti per giocare le partite, oggi raccoglie quanto seminato, si è anche emozionato. Prende la paternità di questo record, a 35 anni vive di queste cose, adesso forse ne avrà un altro, magari la classifica cannonieri. L’aspetto fondamentale è che si diverte, farà scuola, ha firmato un’impresa importante”.

Il mister analizza il match, che nel primo tempo non è stato facile: “Avevo detto ai ragazzi che nel tempo l’avremmo potuta vincere, se avessimo predicato calcio, visto che c’era un gap fisico notevole, solo guardandoli abbiamo perso 10 kg, per questo i ragazzi sono stati bravi. Senza la qualità dei calciatori non vai da nessuna parte, altrimenti ne prenderemmo 11 per strada. Ci vuole la qualità della giocata, il dribbling, la personalità, fanno parte del bagaglio del calciatore”.
Partita archiviata, la classifica sorride, l’autostima aumenta. “Condizioni importanti per ripartire”, per Giampaolo.
A parte la menzione particolare per Quagliarella, il mister elogia tutti: mi sono piaciuti, posso dire che Bereszynski sia partito non benissimo, invece, con andar della partita, ho rivisto il giocatore che conosciamo, anche Murru inizialmente era in difficoltà, si è allenato solo ieri. I due centrali hanno fatto una gran partita, Ekdal? Maestoso. Saponara guarda sempre avanti, mai indietro”.
Manca poco alla fine del mercato: “Non ne parlo più, parlate con il club, voglio occuparmi solo del campo, canalizzare le energie su quel rettangolo 110 per 60, qualche problema ce l’ho, ma io alleno la squadra che mi mettono a disposizione, poi le valutazioni le farà il club”.
Praet sarà squalificato a Napoli: “Succede – replica Giampaolo – abbiamo diversi giocatori diffidati e infortunati, la fiducia sta in quelli che han giocato poco, fa parte del gioco”.
Tanto affetto, da parte dei tifosi per Tavares: “Lui è entrato bene, con attenzione , ha qualità nella gestione della palla, è freddo, è brasiliano, deve lavorare sul profilo del calcio italiano, fatto di attenzione di cura dei particolari, di impegno difensivo e bisogna che lui lo capisca, non ha sbagliato un allenamento. So che ha sofferto, che soffre, non ha mai giocato neanche in Coppa Italia, mi piacciono quei giocatori lì, potevo fare qualcosa di diverso, ma lui si allena per quel ruolo”.