Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Promozione girone B, follia Casarza Ligure: 650 euro di ammenda risultati

Lungo elenco di giocatori e allenatori squalificati e di società multate. Nel frattempo, il Real Fieschi ha vinto il recupero

Genova. Il recupero del 15° turno del girone B di Promozione si è giocato domenica 6 gennaio. La Burlando è stata battuta per 0-3 dal Real Fieschi, a segno con Gandolfo, Ronconi e G. Garbarino.

Per quanto concerne le decisioni del giudice sportivo, Lorenzo Coppello (Casarza Ligure) è stato squalificato per quattro turni in quanto “calciatore di riserva, a gioco fermo, si alzava dalla panchina, procedendo minacciosamente verso un assistente arbitrale ed urlandogli ripetute espressioni irriguardose, proseguendo con pugni alla panchina; dopo l’espulsione, mentre usciva dal terreno di gioco, reiterava ulteriori insulti verso la terna, prendendo, altresì, a calci la rete di recinzione”.

Nicolò Esibiti, Alessio Ferrero (Borzoli) e Davide Antonelli (Cadimare) sono stati fermati per due giornate.

Dovranno saltare la prossima partita Ruben Steven Mendez Martinez, Marco D’Ambroso (Borzoli), Nicolò Cutugno (Cadimare), Carlos Andres Salas Mendoza, Alessio Stabile (Campomorone Sant’Olcese), Davide Barbieri, Federico Medda (Casarza Ligure), Gersi Selimi (Don Bosco Spezia) ed Antonio Capetta (Magra Azzurri).

Gianfranco Pusceddu, allenatore del Borzoli, non potrà sedere in panchina per tre giornate in quanto “allontanato durante l’intervallo per reiterate proteste nei confronti del direttore di gara, al termine della gara rientrava indebitamente nel recinto degli spogliatoi, continuando a protestare veementemente, con atteggiamento intimidatorio nei confronti della terna”.

Marco Consoli, allenatore del Forza e Coraggio, è stato squalificato per una gara.

Ammenda di 650 euro e diffida per il Casarza Ligure “per il comportamento dei propri sostenitori i quali, per tutta la durata della gara, rivolgevano al direttore di gara ripetute espressioni minacciose ed ingiuriose, alcune delle quali di stampo pesantemente omofobo; dal 41′ del secondo tempo, tale comportamento proseguiva anche nei confronti di un assistente arbitrale, il quale veniva fatto oggetto di insulti e minacce, nonché colpito da liquido, che si rivelava essere birra. Gli stessi sostenitori, a fine gara, si ammassavano contro i due cancelli di ingresso agli spogliatoi, proseguendo ad urlare insulti e minacce all’indirizzo della terna e lanciando in direzione dei direttori di gara, una bottiglia di acqua piena; una volta che la terna era entrata nel proprio spogliatoio, il locale veniva fatto oggetto di colpi inferti al muro, alla finestra ed alla porta, sia con pugni, sia con calci e, congiuntamente, gli stessi sostenitori continuavano a profferire reiterate e pesanti minacce nei confronti della terna, che provvedeva a chiudere la porta a chiave. Dopo 5′ di questo assedio, una persona tirava tre colpi fortissimi contro tale porta, sfondandola e, contemporaneamente, lanciando violentemente contro i direttori di gara, e con l’intento di fare male, un flacone di disinfettante da 1,5 litri, che colpiva l’arbitro ed un assistente senza procurare loro particolare dolore ed urlando, altresì, nei loro confronti una minaccia di morte. La stessa persona chiudeva, poi, di schianto la porta e fuggiva. Poco dopo gli arbitri aprivano la porta, per controllare la situazione esterna, accorgendosi del fatto che i due cancelli di cui sopra risultavano aperti, situazione che li induceva a richiudersi a chiave all’interno dello spogliatoio e a chiamare la forza pubblica, che giungeva dopo circa 20′ ed effettuava i rilievi di rito. Uscendo dallo spogliatoio, la terna, accompagnata dalle forze dell’ordine, trovava nei pressi uno dei sostenitori che in precedenza aveva rivolto al direttore di gara le maggiori minacce di morte, il quale, incurante della presenza della forza pubblica, continuava a profferire espressioni ingiuriose nei suoi confronti, per poi uscire dalla zona spogliatoi e radunarsi, assieme ad altri cinque sostenitori, all’uscita dell’impianto sportivo, dove i sei continuavano a schernire la terna con applausi e profferendo ulteriori, reiterate e pesanti minacce al suo indirizzo, tanto che la stessa doveva essere scortata dalla forza pubblica fino al casello autostradale. (Sanzione aggravata dal fatto che la dirigenza della società non ha minimamente adottato alcuna azione a tutela della terna arbitrale e che, anzi, ha, colpevolmente e volontariamente, lasciati aperti i cancelli di ingresso agli spogliatoi, consentendo, in tal modo, alla tifoseria -compresa la persona che sfondava, poi, la porta di quello degli arbitri- di entrare)”.

Il Cadimare è stato multato di 100 euro “per il comportamento dei propri sostenitori che, per tutta la durata del secondo tempo, rivolgevano in modo insistente espressioni ingiuriose nei confronti della terna arbitrale”.

Il Borzoli è stato multato di 100 euro “per il comportamento dei propri sostenitori che, fin dai primi minuti e per tutta la durata della gara, rivolgevano alla terna ed, in particolare, al direttore di gara ripetute espressioni ingiuriose”.

Multa di 75 euro al Don Bosco Spezia “per aver consentito ad un proprio calciatore di indossare una maglia con numerazione difforme da quella indicata in distinta”.

La classifica marcatori dopo 15 giornate:

14 reti: Gandolfo (Real Fieschi)

12 reti: Massaro (Golfo Paradiso)

10 reti: Marasco (Rivasamba)

8 reti: Pannone (Don Bosco Spezia)

7 reti: Costa (Canaletto Sepor), S. Cagliani (Athletic Club Liberi), Dapelo (Burlando)

6 reti: Grosso, Del Vecchio (Athletic Club Liberi), Ruffino (Real Fieschi), Raiola (Little Club G. Mora)

5 reti: Monticone (Goliardicapolis/Golfo Paradiso), Campagni (Forza e Coraggio), Ferdani (Don Bosco Spezia), Dell’Ovo (Cadimare)

4 reti: Curabba (Campomorone Sant’Olcese), Maggiore (Cadimare), P. Oneto (Casarza Ligure), Rosati (Colli Ortonovo), Incerti (Goliardicapolis), Lessona, Ronconi (Real Fieschi), Cuccolo (Forza e Coraggio)

3 reti: Panico (Colli Ortonovo), Pesare, G. Esposito (Forza e Coraggio), Ilardo, Gaspari (Athletic Club Liberi), Barbieri (Casarza Ligure), Paterno, Fontana (Rivasamba), Di Muri (Cadimare), M. Arlandini (Goliardicapolis), Carrubba (Borzoli), Leonini, Atzeni (Magra Azzurri), Battaglia Busacca (Golfo Paradiso)

2 reti: M. Valletta, Ibba, Bertocchi (Don Bosco Spezia), Nardo, De Mattei, Vignolo, L. Corallo, De Vecchi (Little Club G. Mora), Vacchino (Colli Ortonovo), Lunghi, Desogus, Alvisi (Cadimare), Vottero, Cilia (Rivasamba), Esibiti, Carrubba (Borzoli), Rotela Pena (Burlando), Grezzi (Casarza Ligure), Caneri (Canaletto Sepor), Aprile, Bacigalupo (Golfo Paradiso), Fabris, Salas Mendoza, D. Galluccio (Campomorone Sant’Olcese), Salamina, Casassa, Romiti (Magra Azzurri), Pagano (Athletic Club Liberi), Conti (Forza e Coraggio), Sighieri, Gatto (Goliardicapolis)

1 rete: Zapelli, Busi, Tuvo, Porro, Latin, Salano (Rivasamba), Goldoni, Santunione, N. Buffoni, A. Sarti (Magra Azzurri), Selva, Carluccio, Tazzer (Golfo Paradiso), Torlione, Rusconi (Little Club G. Mora), Giordano, Cagetti (Forza e Coraggio), Owusu Ansah, Ferrando, De Martini (Goliardicapolis), Nicolini, Venturotti, Selimi, Galassi, Bertagna (Don Bosco Spezia), Asimi, Pane, Cuneo, G. Garbarino (Real Fieschi), Dascanio, Becci, Boggio, Ponte, Giannini, Marozzi (Canaletto Sepor), Lesi, Russo, A. D’Imporzano, Seb. Agrifogli (Cadimare), Carboni, Cimieri (Burlando), Mendez, Vitellaro, Sciutto, D’Ambroso (Borzoli), Arnulfo (Athletic Club Liberi), Torre, Bevegni, Trabacca (Campomorone Sant’Olcese), E. Lorenzini, Manfredi, N. Cucurnia (Colli Ortonovo), D’Amelio, Pimentel, Botti (Casarza Ligure)

Autoreti: 1 Valentini (pro Cadimare)