Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, il Comitato restituisce la tenda: “Servirà a chi ne ha più bisogno”

Genova. Tornerà a disposizione della Protezione Civile, per aiutare le popolazioni che, in questo momento hanno bisogno di assistenza, la tenda gonfiabile che era stata messa a disposizione del Comitato sfollati di Ponte Morandi. La decisione è stata presa nei giorni scorsi dopo aver visto l’evolversi di alcune situazioni complesse in Italia.

“Noi avevamo già dato comunicazione il 29 dicembre alla Protezione Civile – spiega Giusy Moretti, una delle portavoce del comitato – che l’avremmo dismessa. Noi avevamo pensato di tenerla fino a quando non sarebbero finite tutte l pratiche a nostro riguardo, perché era un punto di incontro. Con tutte le disgrazie successe in Italia, però, ci sembrava una cosa egoista e, quindi, abbiamo deciso di metterla a disposizione”.

La struttura, infatti, è una tenda ministeriale, di quelle realizzate apposta per sopportare il freddo e la neve e che può essere utile nelle emergenze. “Anche una tenda può servire – prosegue Giusy Moretti – e quindi l’abbiamo liberata da tutte le nostre cose e attediamo che vengano a prenderla”. 

Anche perché il comitato ora ha una sede dove può tenere gli incontri, anche se quella tende, sotto il “ponte di Ferro”, era diventata, ormai, un simbolo. “Per noi era il posto dove incontrarsi la mattina, un posto caldo dove incontrarsi la mattina, o dove offrire il caffè ai militari nelle giornate fredde. Per noi è stata una casa ma adesso è giusto che vada a chi ne ha bisogno. Noi, per primi, volevamo dare un esempio”.

Intanto, nella notte, la tenda è stata, ancora una volta, sgonfiata. Un gesto molto probabilmente di qualche ragazzino, spiegano, che non ha capito il significato che può avere per noi questa tenda. Un fatto che era già successo anche altre volte. “Speriamo che si tratti di ragazzini – dicono – e che da adulti possano essere più responsabili”.