Petrolchimico, M5S: "Trasferimento da Multedo molto difficile, c'è già ipotesi per nuovo deposito di stoccaggio" - Genova 24
Le carte

Petrolchimico, M5S: “Trasferimento da Multedo molto difficile, c’è già ipotesi per nuovo deposito di stoccaggio”

I consiglieri pentastellati hanno tessuto una sorta di "trappola" alla giunta Bucci. "Quello che abbiamo scoperto si scontra con la realtà decantata dal sindaco"

carmagnani e superba

Genova. 6350 metri cubi di incremento dello stoccaggio per prodotti petrolchimici nel deposito costiero di Carmagnani, con l’installazione di 11 nuovi serbatoi: questo è quanto è stato scoperto dal Consigliere Comunale del MoVimento 5 Stelle Stefano Giordano, grazie ad un accesso agli atti richiesto presso la Carmagnani spa che di fatto potrebbe mettere la parola fine a qualsiasi ipotesi di dislocamento.

Il tema del petrolchimico e della Carmagnani oggi è stato all’ordine del giorno in consiglio comunale con un’interrogazione del consigliere Giordano all’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci e a quello all’Ambiente Matteo Campora. “Abbiamo provocatoriamente chiesto alla giunta Bucci di confermare le loro intenzioni riguardo al dislocamento del petrolchimico da Multedo, millantato più volte dal sindaco – dice Giordano – le risposte come al solito conciliatorie sono smentite dal documento che abbiamo ricevuto da Carmagnani”.

“L’assessore Cenci infatti – raccontano i M5S – con una risposta scritta, afferma che: “In ogni caso non è consentito l’aumento della capacità di deposito degli impianti petrolchimici”. Mentre sul documento che abbiamo ottenuto la Carmagnani autocertifica, tramite la dichiarazione di non aggravio di rischio secondo la normativa Seveso, l’intenzione di aumentare lo stoccaggio di 6385 metri cubi con l’installazione di 11 nuovi serbatoi”. Questo investimento, almeno sulla carta, certifica un piano industriale lontano dalla dislocazione.

“I casi quindi sono due: o gli assessori non conoscono quello che, pur di loro competenza, sta succedendo, oppure – conclude Giordano – temporeggiano e mentono, mentre tutto è già stato deciso da Bucci e Toti”. “Ci sembra chiaro, dice Fabio Ceraudo, consigliere M5S che segue da tempo la questione del petrolchimico, che al di là delle promesse elettorali, esista già un piano industriale ben chiaro da parte di Carmagnani e francamente riteniamo davvero assurdo che gli assessori e il sindaco Bucci non lo conoscano”.