Quantcast
Notte tranquilla

Notte di capodanno, il bilancio delle forze dell’ordine

Capodanno in piazza 2019

Genova. Pochi problemi, fortunatamente, per i botti, ma tre persone denunciate dai carabinieri perché trovate in possesso di armi giocattolo, e poi alcune persone denunciate principalmente nella riviera di levante, per guida in stato di ebbrezza. La notte di Capodanno, a Genova, si conclude con un bilancio sostanzialmente positivo per la sicurezza. 

A prendere una denuncia per procurato allarme, poco prima dell’inizio della festa in piazza De Ferrari un 48 enne genovese che è stato bloccato dai Carabinieri perché deteneva una scacciacani. Una pistola giocattolo caricata con alcune cartucce a salve che, se fosse stata estratta alla mezzanotte, con la piazza piena, avrebbe potuto creare una situazione complessa. Per lui, quindi, la denuncia per procurato allarme. 

Situazione analoga, dopo la mezzanotte, in piazza Caricamento dove i Carabinieri hanno denunciato due persone, un genovese è un filippino, anche loro trovate in possesso di pistole giocattolo, che sparavano colpi a salve, anche per loro è scattata la denuncia. Due ragazzi genovesi, uno dei quali minorenne, sono stati denunciati dalla polizia, dopo che avevano fatto esplodere botti in via Dante. 

Tre, invece, le persone ferite, per fortuna in modo lieve, per i petardi. I tre sono stati medicati all’ospedale di Lavagna. Molti, invece, gli interventi dei vigili del fuoco che sono dovuti intervenire per domare principi di incendio a cassonetti in diverse parti della città. Al Cep i vigili del fuoco sono intervenuti per alcune sterpaglie bruciate mentre un principio di incendio, subito domato, ha interessato la tettoia di un edificio.

Diverse anche le persone ubriache che, nonostante la poca lucidità si sono messe al volante nella notte di S. Silvestro. Tra queste un genovese che, intorno alle 22.30, è stato notato da una pattuglia dei carabinieri mentre, in via Adua, sbandava in maniera particolarmente pericolosa urtando contro lo spartitraffico. Al controllo dell’alcol test l’uomo è risultato positivo e, di conseguenza, ha avuto la denuncia per guida in stato di ebbrezza,ritiro della patente e il fermo dell’auto. 

Stessa sorte a diversi automobilisti che sono stati controllati nel corso di controlli in riviera. Due servizi coordinati dei Carabinieri si sono svolti a S. Margherita, dove sono state denunciate 7 persone per reati di vario tipo, e a Chiavari, dove le denunce sono state due.