Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Municipio Centro Ovest, bocciato bilancio e piano dei lavori pubblici

Solo un paio di interventi per il territorio nei quartieri peraltro segnati dal crollo del Morandi. Il Pd chiede le dimissioni del presidente Falcidia

Più informazioni su

Genova. Il consiglio del municipio Centro Ovest ha espresso parere contrario sul piano triennale dei lavori pubblici e sul bilancio comunale di previsione. “Non vengono assolutamente presi in considerazione i bisogni dei cittadini di Sampierdarena e di San Teodoro”, scrive il gruppo del Pd, all’opposizione in consiglio, in una nota.

Il Pd chiede, a questo punto, le dimissioni del presidente Renato Falcidia (Lega). “Nel Documento Unico Programmatico non si tiene conto neppure del fatto che il Centro Ovest è il municipio coinvolto direttamente dal crollo del ponte Morandi con quello che ne è conseguito in perdita di vite umane, per gli sfollati, per i residenti, compresi coloro che continueranno a vivere nelle aree limitrofe al cantiere per la demolizione e costruzione del nuovo viadotto sul Polcevera”, continua la nota.

Nel Piano triennale tra gli interventi dedicati al territorio per l’anno 2019, invece, un intervento di edilizia scolastica presso l’I.C. Sampierdarena di piazza del Monastero e la realizzazione del lotto 1 dei lavori di impermeabilizzazione e giunti del tratto via Buozzi-via Adua. Il municipio Centro Ovest è retto dal centrodestra ma grazie a un’alleanza di compromesso con il Movimento 5 Stelle che, evidentemente, non ha retto il colpo dei due documenti.

Il gruppo Dem in municipio Centro Ovest ricorda come, dei cantieri per la riqualificazione urbana delle periferie voluti e finanziati dal precedente governo di centrosinistra, stiano procedendo solo i lavori presso il Centro Civico Buranello e l’area zona trenta oltre che un inizio di cantierizzazione per il restauro dei magazzini del sale. Invece non sono ancora iniziati lavori di Piazza Treponti e del Palazzo della Fortezza e dell’ex mercato ovo-avicolo del Campasso.

“Riteniamo fondamentale, oltre al miglioramento dei servizi socio-assistenziali, del trasporto pubblico, della nettezza urbana, un piano di interventi di manutenzione su strade e aree verdi più intensi sul territorio, in particolar modo per quanto riguarda l’edilizia scolastica – continua il comunicato stampa – Argomento caro al Municipio Centro Ovest, da sempre contraddistinto per un elevato numero di edifici destinati alla pubblica istruzione. Tali interventi e tali opere sono necessari per la riqualificazione urbanistica del territorio del Municipio Centro Ovest e senza essi Sampierdarena e San Teodoro rischiano un continuo decadimento e un degrado tale da rendere difficoltoso e dispendioso un intervento futuro. Pertanto, auspichiamo che nel proseguo dell’iter di approvazione del piano triennale, l’attuale amministrazione comunale possa reperire le risorse necessarie a soddisfare i punti sopra elencati per un risanamento territoriale”.

Altro punto di vista quello del presidente Falcidia. “In sostanza, si è azzittito il municipio perché col voto contrario non è stato possibile trasmettere al Comune le integrazioni con le relative aggiunte di lavori per il territorio e a favore della cittadinanza di Sampierdarena e San Teodoro. A questo punto, nonostante gli sforzi per trovare una soluzione condivisa, agli uffici di Palazzo Tursi arriverà solo uno sterile parere negativo. Si è trattato di una mera strumentalizzazione politica, che ha impedito al territorio di far sentire la propria voce e le sue legittime richieste. Un’occasione persa per la nostra delegazione, che oggi più che mai necessita di impegno e maggiore attenzione mettendo da parte i colori politici. Ciò nonostante, come giunta municipale e coalizione di centrodestra, continueremo a portare avanti nelle sedi opportune i progetti e le istanze del territorio a beneficio dei cittadini”.