Beneficienza

MiMe SportFriendly: barelle, monitor e carrelli per l’emergenza per l’ospedale di Voltri

Dai panini alle birre alle felpe: raccolti 27.400 euro usati per donare attrezzature al nuovo pronto soccorso

Generica

Genova. Un altro importante risultato quello ottenuto dall’associazione Mime Sport Friendly, nota nel ponente genovese per il partecipassimo torneo di beach volley ma anche per le attività di beneficienza collegate al torneo ma non solo. I ‘risultati’ dell’ultimo torneo sono stati postati sulla pagina dell’associazione: barelle a 4 sezioni con trandelenburg, monitor defibrillatore,

Carrelli terapia, prelievi e medicazioni, carrelli emergenza, monitor multiparametrici per chirurgia e ortopedia. Tutti donati all’ospedale Evangelico di Voltri che ha fatto visitare il nuovo pronto soccorso, inaugurato venerdì, a una rappresentanza del Mime.

“Avete presente la felpa che indossate?? – scrivono fieri i ragazzi del Mime – La maglietta, le ciabatte, le birre bevute, i biglietti della lotteria, il panino, l’oblazione? Ecco il frutto del torneo 2018!”

Ora il pronto soccorso è completamente nuovo: l’ingresso delle persone è separato da quello ambulanze, la sala d’attesa è stata rifatta con una postazione di accettazione dedicata. Riorganizzata anche la postazione per il triage con più privacy e più sicurezza

Il Mime si è inserito nel progetto donando materiale e macchinari per l’allestimento grazie al il torneo estivo di beach volley (80 squadre 460 partecipanti) che ha portato a raccogliere oltre 27 mila euro.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.