L'Entella fallisce il bis in terra sarda: l'Olbia batte i chiavaresi - Genova 24
22° turno

L’Entella fallisce il bis in terra sarda: l’Olbia batte i chiavaresirisultati

Passo falso dei biancocelesti, sconfitti per 2 a 1

olbia

Chiavari. L’Entella incassa un’inattesa sconfitta per mano dell’Olbia, al termine di una partita decisamente alla portata e persa per un paio di gravi distrazioni difensive. Poca la mole di lavoro svolta in attacco da parte dei chiavaresi, che pertanto inciampano nella loro rincorsa verso il primato. Per l’Entella si tratta della terza partita persa in questo campionato.

La cronaca. Michele Filippi schiera l’Olbia con un 4-3-1-2 con Marson; Pisano, Bellodi, Iotti, Cotali; Vallocchia, Muroni, Pennington; Ragatzu; Ogunseye, Ceter.

A disposizione ci sono Crosta, Van der Want, Pinna, Pitzalis, Cusumano, Biancu, Peralta, Maffei, Bah.

La Virtus Entella allenata da Roberto Boscaglia scende in campo con un 4-3-1-2 con Massolo; Belli, Baroni, Pellizzer, Crialese; Nizzetto, Paolucci, Eramo; Ardizzone; Mancosu, Mota Carvalho.

Le riserve sono Paroni, Gragnoli, Cleur, Caturano, Icardi, Petrovic, Adorjan, Di Cosmo, Martinho, De Santis, Bonini, Gragnoli, Lipani.

Arbitra Michele Di Cairano della sezione di Ariano Irpino, assistito da Mattia Massimino (Cuneo) e Claudio Gualtieri (Asti).

Si gioca in una giornata fredda e piovosa, su un campo in pessime condizioni. Locali in completo bianco, liguri in divisa nera.

Già al 3° l’Entella guadagna due corner nel giro di pochi secondi, ma la difesa sarda allontana. Al 6° palla da Mancosu sulla sinistra per Mota Carvalho, cross in mezzo, ancora respinto in angolo.

I chiavaresi tengono in mano il pallino del gioco ma commettono tanti errori in fase di impostazione e pertanto non riescono a creare pericoli.

Al 16° Ogunseye controlla al limite, apre sulla sinistra per Ragatzu che si accentra e spara il destro da venti metri: para Massolo.

Al 19° Pellizzer respinge in angolo un cross di Cotali. Dalla bandierina palla messa in mezzo, Massolo con i pugni respinge, ci provano prima Vallocchia, respinto, poi Pennington, il cui colpo di testa trova l’opposizione di Eramo che allontana.

Al 20° viene ammonito Pellizzer per aver trattenuto Cotali. La susseguente punizione, calciata da Ragatzu, termina alta.

Al 22° contropiede dell’Olbia, Ogunseye riceve sulla sinistra e fa partire un tiro dalla distanza che Massolo blocca senza problemi.

Al 29° Belli dalla sinistra tocca in area per Ardizzone, Bellodi si rifugia in angolo.

Al 30° palla da Eramo a Nizzetto che si accentra e calcia: Iotti respinge. Al 38° lancio di Eramo per Belli che dalla destra va sul fondo e crossa in mezzo, Mota Carvalho conclude e colpisce Iotti, Mancosu recupera la sfera e tocca dietro per Nizzetto: sinistro, altissimo.

Al 39° passa in vantaggio l’Olbia con un colpo di testa sottomisura di Ceter sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti destra da Ragatzu: 1 a 0.

Al 41° pareggia l’Entella con un cross dal fondo di Ardizzone sul secondo palo dove si fa trovare pronto Mota Carvalho, che di testa non lascia scampo a Marson.

Con questo botta e risposta termina, senza recupero, il primo tempo: risultato di parità, 1 a 1.

In avvio di secondo tempo l’Olbia presenta in campo Pinna al posto di Pisano. Nel frattempo la pioggia ha cessato di cadere.

Al 1° ci prova Ogunseye: il suo tiro viene respinto da Baroni; recupera Pennington che crossa, ma nessuno dei locali ci arriva.

Al 7° Entella vicina al vantaggio: Ardizzone riceve sulla destra e tocca dietro per l’accorrente Mancosu che dal centro dell’area chiama Marson alla respinta con i piedi.

Al 9° punizione dalla trequarti per i biancocelesti: Paolucci tocca per Eramo, il cui destro è deviato in angolo dalla barriera.

Tra i locali si fa notare Ragatzu con una bella giocata, ma Massolo non corre pericoli. Al 12° Ragatzu serve Ogunseye che prolunga per Cotali: conclusione, a lato.

Al 14° l’Olbia sfiora la rete: traversone di Pennington dalla destra, Ragatzu dal vertice dell’area si esibisce in una conclusione in acrobazia che sfiora il palo alla destra del portiere.

Boscaglia al 15° inserisce Icardi al posto di Eramo. Al 20° cartellino giallo per Vallocchia.

Al 22° Biancu prende il posto di Vallocchia. Mister Boscaglia protesta nei confronti dell’arbitro, che lo allontana dalla panchina.

Al 24° tra i biancocelesti Caturano sostituisce Mota Carvalho e Adorjan dà il cambio a Paolucci.

Al 25° Olbia pericolosa: cross teso dalla sinistra di Ragatzu, sul secondo palo irrompe Ceter ma la sua deviazione non trova la porta. I locali insistono: al 27° Pennington riceve in area e tocca in mezzo, Ceter controlla e spara il destro: Pellizzer si oppone.

Entrambe le squadre mostrano di voler vincere la partita e l’Entella non resta a guardare: al 29° cross dalla sinistra di Nizzetto, Mancosu in area impatta di testa ma manda a lato.

Al 36° l’Olbia realizza la rete del 2 a 1. Ragatzu dalla sinistra mette in area un ottimo pallone per Ceter che ruba il tempo a Crialese ed insacca con un colpo di testa.

Ancora sardi all’attacco al 39°: palla da Ogunseye a Ragatzu che calcia al volo in piena area ma non trova la porta.

Altre due sostituzioni nell’Entella: entrano Petrovic e Martinho, escono Belli e Ardizzone. I chiavaresi passano al 4-2-3-1 e si gettano avanti per il forcing finale.

Al 44° viene ammonito Pennington. Gli sforzi dei liguri si rivelano vani; nemmeno nei tre minuti di recupero riescono ad andare al tiro.

L’Olbia vince 2 a 1 e si rilancia nei bassifondi della classifica. La Virtus Entella, al momento, occupa la quinta posizione. Tornerà in campo domenica 27 gennaio alle ore 14,30 per ospitare il Cuneo.