Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavagnese, il 2019 si apre con una sconfitta a Sanremo fotogallery

Bianconeri battuti 2 a 1

Lavagna. L’Unione Sanremo inaugura il nuovo anno battendo 2 a 1 la Lavagnese al Comunale.

Per la prima di ritorno mister Lupo ritrova Videtta e Giubilato al centro della difesa; in attacco c’è Lo Bosco supportato da Scalzi e Molino. Vanno in panchina i nuovi acquisti Guida e Acampora.

La prima emozione del match arriva dopo 3 minuti di gioco dai piedi di Molino. Il numero 10 biancazzurro si guadagna un calcio di punizione ma il suo tentativo di realizzazione dà solo l’illusione del gol finendo di poco sul fondo e sfiorando l’esterno della rete.

Al 20° la Lavagnese rischia l’autorete su calcio d’angolo battuto da Scalzi. Un difensore ospite colpisce di testa lo spiovente in area e la palla finisce sulla parte alta della traversa.

Un minuto più tardi si scatenano le proteste matuziane per il rigore non concesso a Molino per un dubbio intervento in area di un difensore avversario. Il numero 10 viene anche ammonito per simulazione.

La prima occasione per la Lavagnese si registra al 41° con Oneto che, di testa, la manda fuori di poco alla sinistra di Manis.

Al 44° il primo dei due legni colpiti dal Sanremo. Scalzi si libera di un difensore e scarica il suo mancino che, però, finisce sul montante alla sinistra del portiere.

Sanremo protagonista della manovra anche nella ripresa. Ci prova Spinosa al 55° con una conclusione da fuori, palla deviata e bloccata senza problemi da Caruso. Al 58° Lo Bosco porta a due il conto dei legni con il suo tiro morbido dal limite dell’area che va a stamparsi sulla traversa a portiere battuto.

Ma, due minuti più tardi, il Sanremo trova il vantaggio. Rotulo scodella nell’area piccola e Molino, di testa, porta in vantaggio i matuziani. Al 67° è Taddei a provare la conclusione da fuori ma la sfera finisce sul fondo.

La Lavagnese trova il pari al minuto 82 con Basso che realizza il calcio di rigore concesso per un fallo di mano in area.

Ma l’Unione Sanremo non molla, crede nel nuovo vantaggio e lo trova in meno di due minuti. È La Fauci a regalarsi la prima gioia biancazzurra con una rete da attaccante vero, un mix di potenza e tecnica che fa sbattere la palla sull’interno del palo prima di insaccarsi alle spalle di Caruso.

Dopo 5 minuti di recupero il triplice fischio dell’arbitro decreta il ritorno alla vittoria dei matuziani dopo un dicembre difficile e impegnativo.

“Una buona prova, ultimamente per segnare dobbiamo fare diversi tentativi – ha dichiarato Alessandro Lupo, mister del Sanremo, al termine della partita – sono molto contento della prestazione, soprattutto del reparto difensivo che non ha concesso nulla a una squadra come la Lavagnese che gioca molto bene. Oggi eravamo carichi perché, da quando abbiamo modo di allenarci con la settimana ‘tipo’, abbiamo ripreso le nostre certezze. È stata una grande partita, ci siamo mossi da squadra. Ora ripartiamo con un’iniezione di fiducia in più grazie alla vittoria”.

“Dopo un lungo periodo di impegni abbiamo approfittato della sosta natalizia facendo un ottimo lavoro e oggi si è visto in campo – ha aggiunto Giuseppe Fava, direttore generale del Sanremo -. Abbiamo ritrovato la brillantezza della prima parte del girone di andata, credo che oggi i ragazzi abbiano dimostrato cuore e attaccamento alla maglia. Una vittoria meritata”.

Il tabellino

Unine Sanremo: 1 Manis, 3 Anzaghi, 2 Giubilato, 5 Videtta, 23 Fiore (24 Sadek), 16 Taddei, 26 Rotulo (11 La Fauci), 8 Spinosa, 27 Scalzi (21 Gagliardi), 10 Molino (4 Bregliano), 19 Lo Bosco (30 Acampora)
A disposizione: 22 Cacciò, 15 Montanaro, 18 Carletti, 29 Guida
Allenatore: Alessandro Lupo

Lavagnese: 1 Caruso, 2 Vinasi, 3 Bacigalupo (19 Bonaventura), 4 Avellino, 5 Fonjock, 6 Tos, 7 Basso S. (Basso G.), 8 Romanengo (17 Gnecchi), 9 Oneto, 10 Corsini (20 El Khayari), 11 Purro
A disposizione: 12 Nassano, 13 Casagrande, 14 Botteghin, 15 Ranieri, 16 Queirolo
Allenatore: Luca Tabbiani

Arbitro: Eugenio Scarpa (Collegno). Assistenti: Mattia Rigattieri (Finale Emilia); Emanuele Spagnolo (Reggio Emilia)

Ammoniti: Molino, Purro, Romanengo, Tos, Rotulo, Videtta
Calci d’angolo: 4-4
Recupero: 1’; 5’