Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sestrese supera il Bragno e torna a crederci risultati

Importante vittoria esterna dei biancoverdi che prevalgono sui savonesi e possono tornare a puntare alla zona promozione. Vallescrivia che non riesce a reggere con l’Ospedaletti

Continua il testa a testa fra Ospedaletti e Loanesi nel Girone A di Promozione ligure. Risultato identico per le due protagoniste di questa fase di stagione che si impongono in casa entrambe per 2-1. I rossoblù vanno sotto con il Serra Riccò dopo appena nove minuti, ma rialzano la testa e pareggiano al 27° con un calcio di rigore di Antonelli. Nel secondo tempo gol decisivo di Di Lorenzo al 77° che completa la remuntada dei savonesi e ricaccia indietro i genovesi che restano in acque pericolose.

Stesse acque dove nuota il Vallescrivia che non riesce a reggere l’urto con la capolista e subisce i gol di Gambacorta e Miceli prima di accorciare grazie all’autogol di Negro. Isolesi che restano appaiati al Serra Riccò e si fermano dopo 4 gare a punti.

Match di cartello di giornata era sicuramente quello fra Bragno e Sestrese che termina con la vittoria all’inglese dei genovesi che espungano il campo biancoverde e provano a ripartire dopo un avvio di 2019 non eccelso. Succede tutto nel finale con Zani che al 70° sblocca una gara in cui avevano predominato le difese e Akkari che sfrutta gli spazi creatisi nella retroguardia savonese e fissa lo 0-2.

Punto utile per il Celle a Savona contro il Legino, anche se i cellesi dopo il vantaggio di Piombo in avvio, non riescono a chiuderla e vengono raggiunti da Salis, rischiando persino il ko. Punto che muove comunque la classifica comunque e consente ai giallorossi di allungare sulla Voltrese, sconfitta dalla Dianese grazie al gol in pieno recupero di Canu. Punto che invece non serve a nessuno fra Ceriale e San Stevese, che si fermano sullo 0-0. Troppo il timore di perdere da parte di entrambe le compagini che alla fine si accontentano di dividere la posta.

Niente da fare per il Mignanego invece, ko a Varazze grazie alle reti di Guerriari e Maralino a cavallo fra primo e secondo tempo. Inutile il gol di Bondelli all’80°. Varazze che quindi si rilancia nella metà alta della classifica, agganciando un buon Arenzano che ferma il Taggia sul pareggio. Gara con diversi colpi di scena a cominciare dal vantaggio locale di Pereyra che la sblocca al 44°. Nel secondo tempo esce la squadra giallorossa che pareggia al 56° con Cuneo e la ribalta al 75° con Guirat. All’89° arriverà anche il gol di Damonte che ristabilisce una meritata parità fra le squadre che consente ai biancorossoneri di mettere punti in classifica