La “fabbrica del futuro” all’ombra di Ponte Morandi - Genova 24
Industria d’eccellenza

La “fabbrica del futuro” all’ombra di Ponte Morandi fotogallery

Genova. Nascerà all’ombra di Ponte Morandi, in una villa di campagna della nobiltà genovese, sulla collina di Campi, il centro di competenza START 4.0, dedicato alla cybersecurity, ovvero alla sicurezza informatica con attenzione, principalmente, alle infrastrutture e alle attività portuali. 

L’edificio,infatti, è sede di uno dei lavoratori di eccellenza del CNR, l’ente che guida il progetto, uno degli 8 su tutto il territorio nazionale, e ha individuato proprio in quella struttura, oltre alla villa è presente anche una palazzina con alcuni laboratori, la sede ideale per il centro.

Un’area ideale anche dal punto di vista simbolico perché si trova in quella parte di città che, nel ‘900 era il cuore dell’industria pesante, delle acciaierie, delle fabbriche di cannoni, e che negli anni ha saputo riconvertire la propria vocazione passando, da un lato a una trasformazione commerciale e dall’altro a dare spazio a aziende di altissima tecnologia, tra cui, appunto, il Cnr che vi ha insediato Spin, la società specializzata nella ricerca sui superconduttori. 

“È bello pensare alla trasformazione del nostro territorio – sottolinea Carlo Ferdeghini, direttore Spin Cnr – passato dall’industria pesante ai materiali innovativi e alle nanotecnologie. Questa traiettoria è quella che ha portato il Cnr a guidare questa grande avventura del Centro di Competenza Start 4.0 che partirà a giorni e di cui noi siamo stati uno degli attori”.

Nella sede di Spin, infatti, si studiano nuove tecnologie come il progetto per lo sviluppo di nuova classe di “nano” sensori meccanici che troveranno applicazione nel campo delle neuroscienze cliniche e di base. “I superconduttori sono materiali incredibili – continua Federghini – e Spin, che è l’istituto di riferimento del CNR in questo campo, ha sviluppato tutta una serie di materiali innovativi che permettono di avere funzionalità diverse all’interno dello stesso tipo di sensore. Qui ci siamo concentrati su una nuova filiera di materiali, di sensori e di applicazioni innovative”.