Accordo

Iren sceglie Liguria Digitale per innovazione e digitalizzazione. Tra big data, risk management e app

Iren e Liguria Digitale siglano un accordo di collaborazione volto ad accelerare la digitalizzazione e l’innovazione del Gruppo multiutility

liguria digitale

Genova. È stato firmato, alla presenza di Massimiliano Bianco, Amministratore Delegato di Iren e di Paolo Piccini e Andrea Castanini, rispettivamente Amministratore Unico e Direttore Generale di Liguria Digitale, un protocollo di intesa tra Iren e Liguria Digitale finalizzato all’interscambio di esperienze, competenze e opportunità in ambito informatico, tecnologico e di formazione.

Il ‘matrimonio’ sposta ulteriormente il baricentro di Iren verso la Liguria: dopo il recente acquisto del 2,5% di azioni da parte del Comune di Genova, che di fatto è diventato il primo azionista della ‘multiutility’, la scelta di affidarsi a Liguria Digitale, da cui proviene lo stesso Marco Bucci (fu amministratore delegato dal 2015 fino alla elezione avvenuta del 2017) e che è una controllata di Regione Liguria, rafforza i legami con Genova.

In particolare, l’accordo prevede il supporto di Liguria Digitale nell’accelerazione del processo di innovazione e di digitalizzazione intrapreso da Iren in linea con quanto previsto nel Piano Industriale al 2023 recentemente varato e volto ad incrementare l’efficienza e l’evoluzione dei servizi per i cittadini in linea alle nascenti e crescenti necessità.

Le collaborazioni che saranno attivate potranno riguardare percorsi formativi in ambito di information e communication technology, consulenze e supporto in ambito di digital transformation, big data, risk management e la realizzazione di APP e di prodotti multimediali.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.