Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Inizia male il campionato per la Locatelli. Pari in extremis per il Sori risultati

Infuriato Stefano Carbone: “Dobbiamo farci una bella analisi di coscienza”. L’allenatrice - giocatrice Criscuolo su Sori: “Peccato per il calo di concentrazione”

Si torna in vasca per la Serie A2 femminile di pallanuoto con due genovesi impegnate in questo campionato tutt’altro che semplice. Locatelli e la neo-arrivata Sori iniziano senza vittoria, ma mentre le soresi approcciano al campionato con un pareggio, le genovesi iniziano decisamente male fra le mura amiche contro il Varese Olona.

Brutta quanto non ci si aspettava la squadra di Carbone che già nel primo quarto va sotto 1-3 dopo la botta e risposta fra Catto e Tedesco, e le reti di Sonzin e Guelfi. Nel secondo periodo meglio le genovesi che chiudono e ripartono accorciando le distanze con Benvenuto, e con una prova della giovanissima Bolla Pittaluga (classe 2003) che sventa almeno due occasioni nitide per le varesine. Un’altra svista difensiva, però consente a Daverio di battere ancora a rete e rimette due gol di distanza fra le squadre. 

Dopo l’intervallo lungo le lontre rientrano e non riescono più a trovare reazioni. Varese ringrazia e allunga ancora con Daverio che fa 2-5 e chiude virtualmente i conti. Nell’ultimo parziale ancora Varese cinica con Regé che infila per la sesta volta la porta ligure. Unica nota positiva il sussulto d’orgoglio con la terza rete di Cabona. Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone: “Inutile girare intorno al’argomento: la squadra è stata inguardabile e le grandi si devono fare un bell’esame di coscienza perchè se è vero che il campionato in assoluto è lungo è altrettanto vero che a loro non sono disposto a concedere molte prove di appello, o cambiano immediatamente marcia o a metà girone di andata l’età media si abbasserà ulteriormente in modo netto. Se dobbiamo fare un campionato di fondo classifica lo faranno princpalmente le ragazzine, che sono il nostro futuro, e fra le quali peraltro oggi ci sono state le pochissime a salvarsi e a mostrare un minimo di amor proprio”.

Nel complesso buona la prima per la Sori Pool Beach che impatta 7-7 con il Como Nuoto con la propria allenatrice – giocatrice Sonia Criscuolo protagonista anche con due reti. Gara sull’ottovolante per le liguri che si illudono sia tutto semplice nel primo quarto che termina 3-0 per le soresi. Al rientro dopo la prima pausa, però la dura realtà con le comasche che rialzano la testa e si aggiudicano nettamente 1-4 il parziale che quindi resta sul 4-4. Nel terzo periodo le ospiti passano a comandare per 6-7 e sarà proprio Sonia Criscuolo ad evitare la sconfitta con la rete decisiva del 7-7 nell’ultimo quarto. Proprio l’allenatrice racconta l’esordio in A2 della sua squadra: “Siamo partite cariche, come avevo chiesto. Gli errori li abbiamo commessi una volta calata la concentrazione e da questo è dipesa la rimonta del Como, squadra comunque di livello. Abbiamo ancora molto da lavorare, ma lo reputo un buon punto di partenza”.