Rabbia e protesta

Incidente mortale ad Ansaldo energia, la Fiom: “Scioperiamo perché su queste morti non cali il silenzio”

Per domani Fiom e Filt hanno proclamato un'ora di sciopero in tutte le aziende metalmeccaniche e logistiche

Generica

Genova. “Che ci sia ancora un morto sul lavoro per noi è inaccettabile” commenta il segretario della Fiom Bruno Manganaro dopo la morte questa mattina di Eros Cinti, 42enne dipendente della ditta esterna Geko, schiacciato dal carico di una gru.

“Il magistrato ci dirà cosa è successo – dice ancora – ma c’è un clima nel paese di assuefazione di fronte a queste morti mentre il numero di incidenti che cresce”.

La Fiom genovese domani insieme alla Filt Cgil (sindacato a cui era iscritta la vittima) ha proclamato un’ora di sciopero per tutte le ditte metalmeccaniche e della logistica: “Scioperiamo perché vogliamo ricordare un nostro compagno di lavoro e perché vogliamo che la politica, i governi, le istituzioni e le imprese sentano il nostro urlo di rabbia – dice – scioperiamo affinché non cali il silenzio sulle morti bianche e il lavoro sia dignità, qualità e futuro”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.