Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il presidente Mattarella in fabbrica dove lavorava Guido Rossa 40 anni dopo l’omicidio targato Br

L'arrivo domattina alle 11 all'aeroporto Cristoforo Colombo, gran parte della commemorazione nel magazzino 11 che già ospitò Papa Francesco

Genova. Arriverà domani alle 11 con volo presidenziale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sarà accolto all’aeroporto Cristoforo Colombo dal prefetto Fiamma Spena e dalle autorità. Da lì il capo dello Stato entrerà direttamente nello stabilimento Ilva e precisamente all’officina centrale, nota come Cem, dove lavorava Guido Rossa, il sindacalista della Fiom ucciso dalle Brigate rosse il 24 gennaio 1979 di cui ricorre il 40esimo anniversario.

In questo spazio il presidente sarà accolto da una delegazione ristretta di cui faranno parte l’amministratore delegato di Arcelor Mittal Matthieu Jehl, il sindaco di Genova Marco Bucci, il governatore ligure Giovanni Toti, Sabina Rossa, figlia di Guido Rossa, il presidente dell’associazione vittime del terrorismo e i vertici genovesi di Cgil, Cisl, Uil e di Fiom, Fim e Uilm, oltre ai commissari dell’Ilva.

Sarà depositata una corona presidenziale sul cippo dedicato a Rossa. Poi il trasferimento nel magazzino 11, il più grande dello stabilimento ex Ilva, che già ospitò Papa Francesco. A parlare dal palco saranno il coordinatore dell’rsu Armando Palombo, l’amministratore delegato di Arcelor Mittal Jehl che insieme alla Camera del lavoro ha organizzato l’iniziativa, il cappellano di fabbrica Franco Molinari, l’ex segretario della camera del lavoro Ivano Bosco, il sindaco e il governatore Toti.

Al termine degli interventi previsti il presidente Mattarella potrebbe chiudere la cerimonia con un suo discorso. Alla fine sarà scoperta la targa, il cui testo resta top secret, dedicata al 40esimo anniversario dall’omicidio, che l’Ilva-Arcelor Mittal donerà al presidente Mattarella e che sarà benedetta dal cardinale Angelo Bagnasco.