Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Ligorna vince in rimonta. Ko per Lavagnese e Sestri Levante risultati fotogallery

Genovesi che vanno sotto dopo pochi minuti, ma rimontano e si prendono i tre punti. Avvio di 2019 da dimenticare per le due levantine

Torna in campo la Serie D dopo la pausa e le genovesi erano chiamate ad impegni importanti e potenzialmente decisivi per il campionato proprio e dell’andamento generale. L’unica a gioire, però è il solo Ligorna che in rimonta supera il Bra in una delle partite più importanti fra quelle giocate fin qui dai biancoblù. Infatti liguri e piemontesi arrivavano allo scontro diretto separati da due soli punti in favore dei ragazzi di Monteforte. 

Ottima complessivamente la gara dei padroni di casa che vengono, però sorpresi da un avvio pimpante degli albesi che al 10° passano in vantaggio sugli sviluppi di un’azione d’angolo con Casolla bravo a servire di testa D’Antoni il quale sulla linea non può sbagliare e firma lo 0-1.

I genovesi da qui reagiscono e prendono progressivamente il controllo del campo con molta pazienza e imbastiscono un possesso palla insistito che irretisce la baldanza dei giallorossi. Al 26° Spera colpisce di testa mandando, però fuori. Ci prova poi Miello su punizione, ma il portiere vola e para. Al 37° il pareggio è proprio di Spera, ex di turno, che interviene deviando in modo decisivo su una pennellata di Miello al centro.  Si va al secondo tempo ed è dominio genovese con Menegazzo che al 52° calcia a botta sicura da ottima posizione, ma la palla si alza alta sulla traversa.

Il Bra non riesce più ad uscire dalla propria metà campo, ma il Ligorna fatica in questa fase a trovare varchi e si affida ai tiri da fermo con Chiarabini che su punizione sfiora la traversa. Si arriva quindi al 76° quando Spera prende palla al limite e calcia rasoterra potente e una deviazione di Bonofiglio, manda fuori giri il portiere fissando il definitivo 1-2 che consente al Ligorna di restare quinti a -5 dal Casale.

I monferrini infatti mandano al tappeto un Sestri Levante ancora in vacanza e poco fortunato. Ci vogliono solo tre minuti infatti ai nerostellati per trovare la prima gioia: Coccolo riceve palla e dal limite infila l’estremo difensore rossoblù con un radente preciso.

Cappai scappa in area e punta Adornato che in uscita non riesce ad evitare l’attaccante. Rigore che lo stesso monferrino non sbaglia e firma lo 0-1. La reazione dei Corsari si materializza sul finale di frazione e sul ribaltamento di fronte Cuneo svetta di testa accorciando il parziale. 

Nella ripresa il gioco è più nervoso e il calcio si vede poco anzi, dopo cinque minuti Bettoni e Pane non se le mandano a dire e arrivano a muso duro. Per l’arbitro è abbastanza e manda entrambi negli spogliatoi. I piemontesi si chiudono e i sestrini cercano di insidiare la retroguardia nerostellata che sembra essere sul punto di vacillare, ma proprio in questo momento il Casale colpisce ancora con Cintoi che sugli sviluppi di un corner batte Adornato con il terzo gol che è una doccia fredda per i liguri che poco dopo subiscono il poker a pochi minuti dalla fine con un gran tiro di Pavesi per il definitivo 1-4 che fa volare i monferrini e rimanda i liguri.

Brutto avvio di 2019 anche per la Lavagnese, chiamata all’impegnativa trasferta di Sanremo.  I matuziani sono subito protagonisti con un tiro di Molino su punizione che termina sull’esterno della rete. I bianconeri sono sorpresi e faticano a macinare il proprio gioco rischiando tantissimo sul corner di Scalzi che trova una deviazione di un difensiore bianconero con la sfera che scheggia la traversa salvando, però Caruso. La Lavagnese si fa vedere solo al 40° quando Oneto anticipa tutti di testa, ma manda a lato.

Nel secondo tempo si riparte in modo simile rispetto alla prima frazione e al 58° la Sanremese colpisce il suo secondo palo con Lo Bosco che ci prova dal limite, ma ancora una volta la traversa salva i levantini. Al 61°, però i matuziani passano meritatamente in vantaggio: Rotulo scappa via in fascia, la mette al centro per l’accorrente Molino che non sbaglia di testa ed è 1-0.

La Lavagnese dopo una gara sorniona si rifà vedere in attacco ed è letale perché trova un tocco di mano in area biancoazzurra. Rigore che Basso trasforma e all’82° sembra tutto indirizzato verso il pari. La Sanremese, però non molla e due minuti dopo con Fauci che difende palla e la calcia di potenza sul palo lontano. Nulla può Caruso e la Sanremese  vince regalandosi la speranza di poter insidiare ancora la capolista Lecco. Bianconeri che precipitano a +1 sulla zona play out.

Nel prossimo turno la Lavagnese attende lo Stresa al “Riboli” per un appuntamento da non sbagliare. Il Sestri Levante sarà di scena a Borgosesia, mentre il Ligorna se la vedrà con un’altra piemontese: il Chieri.