Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa primavera, ancora una sconfitta: ad Arenzano il Sassuolo passa e allunga

Una sconfitta che pesa sulla classifica: il Genoa cede in casa contro Arenzano e si fa serio il rischio retrocessione in Primavera 2

Genova. Ancora una sconfitta per il Genoa primavera nel turno di campionato di questa settimana: la tornata casalinga con il Sassuolo si è risolta con un KO per 1-2, che mantiene nei guai i rossoblù, sembre a vista retrocessione.

Il Genoa di Sabatini è sceso in campo con Raccichini, Piccardo, Zanoli, Da Cunha, Candela, Karic, Rovella, Zvekanov, Cleonise, Bianchi, Szabo. Per il Sassuolo di Morrono Campani, Fiorini, Perazzolo, Pilati, Merli, Ahmetaj, Ghion, Viero, Aurelio, Raspadori, Manzari. A dirigere la gara è stato Collu di Cagliari.

Il primo tempo vede il Genoa cercare la vittoria con convinzione, punito eccessivamente rispetto alla qualità di gioco. Se i rossoblù partono bene, con Bianchi vicino al gol dopo soli sei minuti, è il Sassuolo a portarsi in vantaggio: al 10′ Aurelio mette in mezzo un pallone teso, che sfugge dalle mani di Raccichini e finisce in porta.

L’autorete del portiere genoano influenza i minuti successivi e i rossoblù faticano e ritrovare la bussola, tanto che il Sassuolo ha occasioni per ottenere un comodo raddoppio.

Al 22′, però, Bianchi riceve un bel pallone da Karic, capace di liberarsi dopo una discesa sulla fascia, e calcia addosso a Campani. Dieci minuti dopo è Szabo e impensierire il portiere del Sassuolo.

La seconda frazione di gioco inizia proprio con gli ospiti in avanti: Raspadori è fermato solo da un ottimo Raccichini, in vena di recuperare l’errore del primo tempo. Il ritmo si alza e non mancano le occasioni per il Genoa, prima con Zanoli, poi con Rovella.

Un errore a centrocampo di Piccardo dà spazio a Raspadori, che sfrutta il contropiede e serve Ghin, che apre su Aurelio: al ’67 il Sassuolo raddoppia e chiude così la partita.

Il Genoa soffre questo secondo colpo: Cleonise e Bianchi provano a ribaltare il risultato, ma è addirittura la squadra ospite a sfiorare la marcatura.

A sette minuti dal termine Verona trova Szabo, che finalmente supera Campani: è il gol del Genoa tanto atteso, per un risultato di 1-2. Gli ultimi minuti non riservano altre sorprese, nonostante i tentativi dei padroni di casa.

L’esito della gara consente al Sassuolo di allungare in classifica proprio sul Genoa: sono ora quattro i punti che separano le due squadre. La crisi continua.