Decoro urbano, continua l'infestazione del punteruolo rosso. La soluzione c'è, ma a Genova non si usa - Genova 24
Bisogna agire

Decoro urbano, continua l’infestazione del punteruolo rosso. La soluzione c’è, ma a Genova non si usa fotogallery

Salvare le piante si può, prima che sia troppo tardi

palme punteruolo rosso

Genova. Continua l’infestazione del punteruolo rosso, l’insetto che divora da dentro le palme, facendolo morire. Sotto attacco gli esemplari del porto antico, già in parte colpiti, e alcuni nelle ville e nei parchi della città. Intervenire si può senza uccidere la pianta, ma a Genova siamo in ritardo.

Diverse sono le segnalazioni arrivate in redazione su nuove possibile “vittime” del vorace insetto: le palme di Villa Piaggia, di Corvetto e di Caricamento su tutte. Ma l’intervento è cosa controversa: è in uso, a Genova, il taglio della testa della palma, che rimuove l’infestazione, uccidendo però la pianta.

Esempio sono i fusti reduci di alcune palme a Caricamento, che, secondo alcuni, potrebbero essere anche un rischio per l’incolumità delle persone. Non tutto è perduto, però: sono sempre più numerosi gli interventi che riescono a salvare la pianta messi in campo in vari comuni liguri, come del mondo. Santa Margherito e Moneglia sono gli esempi più vicini: grazie alle cure di agronomi, si sono salvati decine di esemplari.

Più informazioni