Porte chiuse

Contratto per l’affidamento dei lavori per il nuovo ponte, riunione in corso a palazzo Tursi

Bucci si gioca le ultime carte per arrivare a un contratto unico per demolizione e ricostruzione ma se non sarà così l'opzione è quella di maxi penali

Generica

Genova. E’ in corso a palazzo Tursi, dalle 11e30 circa, una riunione tra il commissario straordinario e sindaco di Genova Marco Bucci e i rappresentanti delle aziende coinvolte nei lavori di demolizione e ricostruzione del viadotto Polcevera.

Si stringono i tempi per il contratto di affidamento dei lavori di demolizione e ricostruzione del ponte Morandi e Bucci sta tentando le ultime carte per arrivare, entro domani, alla firma di un contratto unico, riunendo anche le ditte impiegate nella demolizione, all’interno del consorzio “Per Genova”.

A dire no, però, i costruttori – Salini e Fincantieri – che non sono intenzionati a sobbarcarsi la responsabilità delle tempistiche della demolizione. L’alternativa della struttura commissariale è l’inserimento di penali molto alte per ogni giorno di lavoro di ritardo rispetto al cronoprogramma. 1 milione di euro a giornata. Anche 2 milioni – hanno accordato Salini e Fincantieri – pur di avere un contratto separato. Domani si capirà cosa sarà realmente scritto nel contratto e in che modo saranno considerate e applicate le maxipenali.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.