Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centrosinistra all’attacco del presidente del municipio Centro Ovest: “Assente alla commemorazione dell’eccidio di San Martino”

Il Pd fa notare chi c'era e chi non c'era a ricordare il gesto di Jursé e Spataro, Liberi e Uguali aveva sottolineato l'assenza di Falcidia alla manifestazione degli abitanti ai confini della zona rossa

Genova. Si è svolta come ogni anno a Sampierdarena la commemorazione di Ernesto Jursé e Giuseppe Spataro, eroi della Resistenza trucidati dai fascisti il 16 gennaio 1945 nel corso dell’efferato eccidio diventato tristemente famoso come strage del panino e della mela. Il Pd di Genova e in consiglio municipale ha notato che, tra le varie istituzioni, una era mancante.

“Consideriamo scandaloso che il presidente del Municipio Falcidia, benché invitato formalmente dalla locale sezione dell’Anpi, abbia deciso di non partecipare e di non inviare alcun rappresentante della giunta municipale – si legge in un comunicato stampa del Pd – si tratta di un’assenza vergognosa, che urta i principi e la sensibilità di una comunità come quella di Sampierdarena da sempre legata ai valori della Resistenza e della lotta partigiana contro il nazi-fascismo. Chiediamo al presidente Falcidia di chiedere scusa innanzitutto ai partigiani ancora in vita, ai loro famigliari, all’Anpi di Genova e di Sampierdarena e a tutti i cittadini della comunità sampierdarenese per questa totale mancanza di sensibilità democratica e questo affronto alla memoria e alle tradizioni della nostra città”.

È la seconda volta in pochi giorni che il presidente del Municipio non si palesa in occasione di un evento che riunisce la collettività. Era successo già pochi giorni fa di fronte alla protesta dei cittadini che abitano ai confini della zona rossa, scesi in piazza senza il conforto o almeno la presenza del presidente del Municipio. La cosa era stata fatta notare da Mariano Passeri, consigliere municipale di LeU.

Nei prossimi giorni, il gruppo consiliare municipale chiederà la convocazione della commissione competente per chiedere al presidente Falcidia di fare chiarezza. In quella sede sono invitati tutti i democratici della città.