Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Genova le riprese di una grande serie Tv poliziesca, lavoro in arrivo per centinaia di comparse

Secondo alcuni indizi "social" potrebbe trattarsi di un riadattamento per Sky di Petra Delicado, la "Montalbano" catalana

Genova. “La nostra città ospiterà una grande fiction di livello internazionale che dovrà utilizzare qualcosa come 3500, 4000 comparse per 5 o 6 mesi come prima fase e se tutto andrà bene restare a Genova per qualche anno”. L’annuncio, carico di mistero, è arrivato dall’assessore alla Cultura del Comune di Genova Barbara Grosso durante la commissione consiliare sul bilancio 2019. Parlando dell’attività di Genova Liguria Film Commission, l’ente che segue le produzioni video sul territorio, ha fornito alcune anticipazioni.

Tra gennaio e maggio Genova sarà il set – tra le altre cose – di due grandi fiction, di un lungometraggio, dello spot di una multinazionale della telefonia e di un videoclip di un cantante pop piuttosto noto. Ma la notizia più importante, quella che avrà anche la maggiore ricaduta a livello economico, è quella della serie tv internazionale. “Sarà una serie poliziesca spagnola, che dopo alcune valutazioni ha scelto Genova per ambientare alcuni episodi, in case di successo della prima stagione potrebbe avere un seguito di anche tre o quattro anni”, azzarda Grosso. E’ bastato incrociare qualche ricerca su Google e dare un occhio ai social network per capire che potrebbe trattarsi di Petra Delicado.

Petra Delicado, che sarà trasmessa da Sky Italia, non ha ancora una data d’uscita ufficiale. Ma proprio in questi giorni la regista, Maria Sole Tognazzi (figlia del grande Ugo) pubblica su Instagram l’immagine di una nota trattoria genovese. “Sopralluoghi”, scrive. Si tratta di una serie italiana, quindi, e di grosso budget, ma che si ispira alla serie di romanzi di Alicia Gimenez Bartlett che hanno per protagonisti Petra Delicado, ispettore di polizia di Barcellona – una sorta di Montalbano catalana – già precedentemente adattati per la tv nel 1999. La casa di produzione è la Cattleya di Riccardo Tozzi.

E se non è ancora chiaro se la serie sarà una ribalta per Genova (la città potrebbe essere presentata in realtà come Barcellona) sicuramente saranno molte le persone che verranno coinvolte a lavorare nella produzione. Se non 3500 comparse, cifra davvero esorbitante anche per una grande produzione, possibile si tratti di 3500 giornate comparsa, comunque un numero interessante. La fiction avrebbe dovuto iniziare a essere girata a settembre ma non è escluso che anche la vicenda di ponte Morandi possa aver creato qualche ritardo.