Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Statua Duca di Galliera, cadono i veli dal “monumento del mugugno”. Presto l’inaugurazione fotogallery

A Carignano è stata ricollocata dopo il trasferimento dalla zona di Principe

Genova. Caduti anche gli ultimi veli la statua di Raffaele De Ferrari, duca di Galliera, è pronta per essere inaugurata. Il monumento in bronzo realizzato da Giulio Monteverde alla fine del ‘900, sovrasta, non senza qualche mugugno dei residenti, la rotonda di via Corsica nel quartiere di Carignano e, i primi giorni di Gennaio, potrebbe essere inaugurato.

Si tratta di un monumento di grande impatto, con i suoi 12 metri di altezza e con peso di 170 tonnellate. Il nucleo centrale è un colossale gruppo allegorico, alto quasi cinque metri, costituito dalle tre figure bronzee della Munificenza, del Genio del Commercio e del dio Mercurio. Mentre, incastonato nel basamento in granito rosa, spicca il ritratto del Duca, contenuto in un ovale bronzeo.

“Il lavoro di posa in opera è completato – spiega l’assessore alle manutenzioni del Comune di Genova, Paolo Fanghella – e ora manca solo la data da scegliere con la sovrintendenza per l’inaugurazione ufficiale”. A finanziare un intervento di restauro durato quasi 10 anni, infatti, oltre al Comune anche il Ministero dei beni e delle attività culturali.

“La Soprintendenza ha fatto un lavoro incredibile, utilizzando tecnologie molto evolute – aveva spiegato Fanghella alla fine del restauro – per restituire alla città un’opera importante e di grande impatto visivo, con i suoi 12 metri di altezza e con peso di 170 tonnellate”. E proprio per questo motivo, quindi, il comune ha deciso di concordare con la soprintendenza la data del taglio del nastro che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane.

La statua viene, quindi restituita alla città, anche se in una collocazione differente rispetto a quella originaria. Fino agli anni ‘90, quando era stata rimossa e portata un un deposito comunale, la statua era, infatti, a fianco del Palazzo del Principe, in asse con la nuova Stazione Marittima. La nuova collocazione, spiegano dal comune, crea una continuità con il monumento a Maria Brignole-Sale, la Duchessa di Galliera, che si trova nei giardini dell’Ospedale che ne porte il nome.