Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby, Recco ha ospitato uno stage giovanile sotto lo sguardo di Paul Griffen

Il tecnico Alessandro Bottino: "Sono particolarmente entusiasta dopo questa serata"

Recco. Ieri sera, al campo Carlo Androne di Recco, si è sviluppato uno stage, con partitella finale, per i giovani delle classi 2003 e 2004.

La partecipazione è stato molto nutrita, più di quaranta i ragazzi scesi in campo, ed al termine dello stesso allenamento Paul Griffen, responsabile CDFP di Milano, ha voluto sottolineare quale sia il principale scopo di questi eventi: “Ovviamente fra i miei compiti tecnici c’è anche questo impegno che, ovviamente, deve poter valutare chi nel tempo eventualmente potrà avere un futuro nell’alto livello giovanile. La mia area di lavoro comprende le attività regionali della Lombardia, Piemonte, Liguria e dell’Emilia Romagna, e logicamente è indispensabile poterli seguire direttamente sui loro campi abituali”.

Giovani che hanno ancora da imparare, senza dubbio, ma la volontà di migliorare il proprio bagaglio tecnico lo si è potuto riscontrare nella stessa serata. “Ci vuole tanta pazienza, occorre concedergli una certa libertà nel farli giocare, e nel contempo dandogli le guide giuste per insegnargli le regole fondamentali del rugby”. Tra febbraio e marzo Paul Griffen sarà nuovamente in Liguria per un’altra verifica.

Ieri sera a Recco era presente anche Alessandro Bottino, tecnico regionale Fir Liguria, che si è mostrato soddisfatto per questo stage, ma anche per altri motivi: “Infatti ammetto che sono particolarmente entusiasta dopo questa serata, in quanto in campo siamo riusciti a presentare due selezioni complete Under 16 ed Under 15, che hanno messo in campo tutto quello che avevano, giocando alla pari. Io penso inoltre che qualche anno fa, in parecchie circostanze, con la selezione Under 16 composta su due anni riuscivamo a malapena a raggiungere diciassette/diciotto presenze, e questo per noi rappresenta il trionfo del lavoro di tutti. E’ il frutto dell’intenso impegno portato avanti non solo da parte del Comitato, che ha dato una precisa direzione, ma anche da parte delle varie società che ora possono godere del lavoro in questo medio periodo”.

Bottino poi ha confermato i futuri impegni per i ragazzi della classe del 2003, che per il mese di febbraio prenderanno parte ad un torneo di un certo spessore tecnico a Rovato, e con avversarie le quotate selezioni del Veneto e della Lombardia. Per i nati nel 2004, essendo una iniziativa particolare che non era stata inizialmente programmata, si faranno dei working progress, mentre il 22 di marzo 2019 questa stessa selezione regionale sarà impegnata a Torino con i pari età del Piemonte e con i francesi del Comité des Alpes. In questa occasione saranno impegnati sia gli Under 15 che l’Under 14.