Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primavera 1: il Genoa sconfitto in casa dall’Inter precipita in classifica

Sconfitta casalinga per il Genoa primavera: la squadra di Sabatini: ora torna in zona playout e dovrà lottare per la salvezza

Genova. Sconfitta casalinga contro i nerazzurri dell’Inter: il Genoa primavera di Sabatini sabato 8 dicembre ha ceduto contro i parietà ed è precipitato di nuovo nella zona playout.

Sabatini cercava conferme di una certa ripresa, lasciata intravvedere durante gli scorsi turni, ma la sua squadra ha dovuto arrendersi contro l’Inter, più organizzata e più precisa in fase di finalizzazione. Genoa in campo con Russo, Candela, Piccardo, Da Cunha, Zanoli, Zvekanov, Karic, Rovella, Bianchi, Micovschi, Szabo; l’Inter, allenata da Armando Madonna, risponde con Dekic, Grassini, Ntube, Rizzo, Corrado; Schirò, Pompetti, Gavioli; Mulattieri,mAdorante, Salcedo.

L’Inter comincia la gara in avanti, con il Genoa a subire e tentare le ripartenze: è Salcedo – un ex – il motore dei nerazzurri, che nei primi minuti dominano il gioco, pur senza reali pericoli dalle parti di Russo.

Al 18′ Karic riceve un cross di Micovschi, filtrato tra i compagni, e calcia di prima, mandando di poco a lato. Quattro minuti dopo Micovschi trova Szabo, ma l’azione si spegne lì.

L’Inter è più concreta e fornisce prima a salcedo, poi a Gavioli buone occasioni attorno alla mezz’ora. Tuttavia il primo tempo si spegne senza ulteriori emozioni sullo 0-0.

La ripresa comincia con il Genoa in avanti, grazie al solito Micovschi; al 53′ rispone l’Inter con Adorante. Al 63′ occasione d’oro per i Grifoncini: Candela mette in mezzo un cross perfetto, Rovella riceve di petto, controlla e calcia alto da pochi metri.

Dieci minuti dopo l’Inter punisce il Genoa e l’occasione sfumata: Colidio serve Adorante davanti alla porta di Russo e l’interista non ha difficoltà a calciare in rete per il gol che manda in vantaggio gli ospiti. Passano tre minuti ed è proprio Colidio a siglare il raddoppio interista, grazie all’assiste di Merola.

Il Genoa ha dieci minuti per rimontare, ma riesce ad avvicinarsi raramente alla porta interista. Al 90′ Facchin impegna Dekic, poi tocca a Cleonise guadagnarsi un angolo. Al 93′, tuttavia, l’arbitro assegna un rigore ai padroni di casa per un fallo di Ntube e Rovella accorcia.

La gara, però, è praticamente finita: nell’ultimo minuto di recupero l’Inter è abile a tenere il pallone e il risultato rimane congelato fino al triplice fischio.

Il Genoa cerca di