Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aero, il commissario chiede tempo ai sindacati: rinviato il tavolo al Mise di domani

Gli stipendi dovrebbero essere pagati tra oggi e lunedì: si attende il via libera del tribunale

Genova. E’ durato circa due ore il primo faccia a faccia tra il nuovo commissario straordinario di Piaggio Aero e i sindacati che si è svolto nella sede dell’unione industriali di Savona. Secondo quanto appreso da fonti sindacali Nicastro ha per prima cosa ribadito di aver fatto tutti i passaggi burocratici necessari per arrivare al pagamento degli stipendi dei quasi 1200 dipendenti: manca ancora il via libera del Tribunale che dovrebbe arrivare tra oggi e lunedì al massimo.

“Il commissario – spiega il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro – ci ha però detto che ha bisogno di una decina di giorni per studiare le carte, capire quali commesse può recuperare, ascoltare i creditori che si stanno facendo avanti e che dovrà anche confrontare le sue idee con il ministro”. Per questo i sindacati hanno chiesto di aggiornare la riunione prevista per domani: “Sarebbe stata una riunione assolutamente inutile senza il ministro Di Maio – dice Manganaro – e con il commissario che già oggi chi ha etto che non è in grado per ora di presentarci un piano per il futuro”.

“Il Commissario prenda qualche giorno di tempo per analizzare la situazione – aggiunge il segretario della Fim Cisl Liguria Alessandro Vella – ma deve essere chiaro che l’incontro dovrà dare risposte certe ai lavoratori prima della fine dell’anno”. Alla riunione di oggi ha partecipato anche l’ex amministratore delegato di Piaggio Aero Renato Vaghi: “Una scelta di cattivo gusto – commenta Manganaro – visto che è si tratta di uno dei principali responsabili dell’attuale situazione di Piaggio e di colui che ha scelto di non pagare gli stipendi prima di chiedere l’amministrazione straordinaria. Se questo è il primo atto del governo su Piaggio non è un buon inizio”.