Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovo cambio al vertice: il Crocefieschi si riprende lo scettro risultati

Appassionante la lotta per il primato, mentre dietro è sempre più disperata la situazione di Ravecca e San Giovanni Battista

Senza dubbio il Girone C di Seconda Categoria si candida ad essere uno dei più belli e combattuti della Liguria. Dopo dodici giornate infatti sono continui i cambi al vertice della classifica con le prime quattro squadre racchiuse in un fazzoletto di 3 punti e altre appena oltre il minimo scarto. A comandare torna il Crocefieschi che in “casa” (i blucelesti giocano a Vignole Borbera), regola 2-0 il Fegino grazie ai gol di Cogorno, fortunato nella deviazione di un difensore che elude Botticelli; e di Morando che servito in verticale non sbaglia al 38° firmando così il 2-0. Nel secondo tempo il Fegino resta prima in dieci per il rosso diretto a Ruberto, giudicato eccessivo dalla panchina ospite che rimedia anche l’allontamento di mister Rignanese e di un dirigente. All’85° secondo rosso, stavolta a Lebole e gli ospiti chiudono in 9.

Sconfitta interna invece per la Pro Pontedecimo che viene battuta dal Borgoratti nel match più interessante di giornata. Gli arancioverdi infatti segnano già al 10° con Pietranera che pesca l’angolino dal limite. I granata non riescono a trovare una via per scalfire il muro difensivo del Borgoratti e restano anche in dieci a 10’ dalla fine per il rosso di Mazzarello che ferma il contropiede degli ospiti. Pontedecimo che non rinuncia comunque a spingere, ma all’85° arriva la punizione classica in questi casi: contropiede fulminante e gol di Malvisi per lo 0-2 che consente agli arancioverdi di agganciare i granata a quota 24 punti.

Si mantiene vicino alle prime posizioni l’Atletico Genova grazie al poker con cui risolve la pratica Montoggio. I valligiani infatti non riescono a reggere l’urto contro una delle squadre favorite alla lotta per la promozione e dopo 10’ è già 1-0 grazie a Minaglia. I rossoblù raddoppiano alla mezzora con un gol in scivolata di Greco. Reazione dei biancoblù che al 47° cercano di riaprirla con Delucchi, ma dopo il forcing iniziale, gli attacchi degli ospiti rallentano finché al 60° Greco realizza la doppietta del 3-1. Al 75° titoli di coda quando Ierardi sfrutta un disimpegno disastroso del Montoggio e fa 4-1. Partita chiusa e Montoggio che torna in zona play out.

Vince e tira una boccata d’ossigeno il Bavari che si aggiudica lo scontro diretto con il Zena. Primo tempo equilibrato che, però nel finale vede i gol di Bellotti e Colubri che danno il doppio vantaggio alla squadra ospite. Nella ripresa accorcia Luca Favre che apre l’attacco dello Zena, ma senza fortuna. Al 94° si chiude tutto con il gol Cucini che fissa il punteggio sul’1-3

Basta un gol al Voltri 87 per battere un derelitto San Giovanni Battista relegato all’ultimo posto con due soli punti. La rete è di Gastaldo che ribadisce in porta un tiro non trattenuto da Aufiero succede poco e niente poi con il San Giovanni in grave difficoltà. Non sta molto meglio il Ravecca, anch’esso sconfitto di misura, ma dal Begato che impiega 77’ per segnare con un bel colpo di testa dopo una partita piuttosto noiosa.

Non si è giocata invece Progetto Atletico – Gol Academy per un lutto che ha colpito il mister dei nerazzurri.